ABOLIZIONE DELLE PROVINCE
L’Ente pontino è “offeso”

Shares

L'Ente di via Costa

L’Ente di via Costa

LATINA – Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri il Disegno di legge che riguarda Città metropolitane, Province, Unioni e fusioni di Comuni.
Il disegno di legge è chiamato a “svuotare” di poteri le Province in vista della loro abolizione dalla Carta Costituzionale a seguito dell’approvazione del Disegno di legge costituzionale licenziato di recente dallo stesso Governo.
Una decisione che ovviamente non piace a tutto il consiglio provinciale di Latina che in una nota affermano l’incapacità del Governo a provvedere alle numerose riforme strutturali di cui il Paese necessita, cavalcando la moda mediatica dell’abolizione delle Province. “Speravamo che il recente pronunciamento della Corte Costituzionale inducesse il Governo ad adoperarsi per una riforma organica nell’ambito delle istituzioni territoriali. Speravamo che finalmente si procedesse nella direzione di attribuire maggiori competenze e funzioni a Comuni e Province, enti maggiormente vicini ai cittadini, lasciando alla Regione il solo compito di legiferare. Evidentemente – spiegano i rappresentanti provinciali – piu’ semplice appare ai rappresentanti del Governo colpire le Province, considerate l’anello debole del sistema”.
“Attendendo con ansia – scrive Cusani – che il Governo ed il Parlamento, riducano il numero dei parlamentari, ne dimezzino le indennità, ne eliminino i tanti privilegi, azzerino i tanti Consigli d’Amministrazione, dove veramente si annidano sprechi di soldi pubblici, noi continueremo la nostra battaglia nella convinzione che le Province siano i soggetti piu’ titolati a recepire i bisogni del territorio

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto