BIBLIOTECA COMUNALE
Approvato nuovo regolamento

Shares

biblioteca digitaleLATINA – Il Consiglio comunale, nella seduta di questa mattina, ha approvato all’unanimità la modifica del Regolamento del sistema bibliotecario comunale, in linea con la nuova normativa regionale di settore. La modifica consentirà di migliorare le funzionalità e l’efficienza dei servizi, sia in relazione ai bisogni dell’utenza sia in risposta ai programmi e agli obiettivi perseguiti dalla stessa Amministrazione.

Il regolamento individua, per la biblioteca Aldo Manuzio e per le altre tre sezioni esistenti sul territorio comunale, norme comportamentali per rendere più condivisibile e vivibile l’ambiente.

Nello specifico si riportano alcune delle novità più importanti introdotte:

a) Divieto di fumo in tutti i locali delle Biblioteche del Comune di Latina

b) Adozione di adeguate misure di protezione e di sicurezza del patrimonio librario e documentale (impianto di video sorveglianza)

c) Divieto di utilizzo di telefonia di qualsiasi genere e strumenti di riproduzione sonora in tutti i locali delle biblioteche che possano arrecare disturbo

d) Regole di comportamento all’interno dei locali delle biblioteche (divieto di consumo di alimenti e bevande sui tavoli di consultazione, occupazione illegittima dei posti da sedere…)

e) Utilizzo corretto dei servizi multimediali “internet e wifi”

f) Gestione e corretto utilizzo della sala per ipo/non vedenti e il loro patrimonio librario e informatico

g) Utilizzo corretto della bacheca per annunci come open source

h) Organizzazione funzionale degli spazi interni alla biblioteca, garantendo un corretto utilizzo del piazzale antistante l’ingresso della Biblioteca Comunale Aldo Manuzio

Grande soddisfazione è stata espressa, tra gli altri, dal presidente della commissione cultura, Angelo Tripodi, per l’unanimità espressa dal Consiglio comunale.

COZZOLINO – “Siamo stati promotori e sostenitori di questo regolamento, siamo molto soddisfatti”. Così commenta Alessandro Cozzolino, consigliere comunale del Partito democratico che ricorda come anche in commissione il documento era stato approvato da tutti i consiglieri.

“Finalmente il prestito dei libri viene aperto anche agli studenti fuori sede – dice Cozzolino annunciando la novità contenuta nel regolamento – poi ci sono stati una serie di aggiornamenti che hanno modernizzato il regolamento per la biblioteca. Un plauso va ai dirigenti e a tutto il personale che hanno collaborato alla realizzazione di questo passo avanti nell’amministrazione della città ”.

Ma l’intervento del consigliere Cozzolino nel consiglio comunale di oggi è tutto volto al futuro e alle questioni rimaste in sospeso.

“La mancanza di un assessore alla cultura rende tutto più complicato e più lento – ha detto Cozzolino all’assemblea – Abbiamo preso contatti con l’Associazione italiana ciechi per trasferire nei loro locali gli strumenti necessari alla lettura dei non vedenti. Sarebbe un modo per liberare una sala nella struttura della Manuzio e dare la possibilità ai non vedenti di utilizzare strumentazioni che al momento restano inutilizzate per la difficoltà di raggiungere i locali dove adesso sono ospitate. Ma purtroppo la giunta non prende decisioni e tutto il progetto è fermo.

Come del resto è ferma al palo l’idea di impiantare gazebo nell’area esterna per lo studio nei mesi primaverili ed estivi.

C’è poi tutta la questione del regolamento delle sponsorizzazioni – aggiunge il consigliere del pd – con il quale la biblioteca potrebbe avere una fotocopiatrice a disposizione per le copie gratis per tutti gli utenti”.

Già nelle scorse settimane Cozzolino aveva avanzato richiesta al segretario generale per sapere di chi fosse la competenza per il regolamento delle sponsorizzazioni.

“Tutta l’opposizione oggi ha fatto richiesta  di convocazione della commissione affari istituzionali – conclude il consigliere del Pd Alessandro Cozzolino- per la redazione del regolamento per le sponsorizzazioni che permetterebbe a tutti i settori di usufruire della collaborazione dei privati in un momento in cui anche piccole azioni possono sostenere un migliore andamento dell’amministrazione”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto