BLAST FEST
Denunciati gli organizzatori

Polizia

Polizia

TERRACINA – Blast Fest a Terracina. L’organizzazione ne parla come un successo unico nella località di mare, ma la polizia non è dello stesso avviso. Denunciati, per inosservanza all’ordine di Autorità, inosservanza del divieto di somministrazione di bevande alcoliche a minori di anni 18 e per disturbo alla quiete pubblica, gli organizzatori del concerto non stop che si è svolto la notte di ferragosto all’interno dello Stadio Colavolpe. L’evento era stato promosso in totale assenza delle previste autorizzazioni amministrative, violando il parere contrario espresso dalla Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di pubblico spettacolo.
Il Presidente del Terracina Calcio ed il titolare della Ribbon Club, impresa che ha gestito l’organizzazione del concerto, avvisati della necessità di premunirsi di tutte le licenze previste hanno ugualmente portato avanti la programmazione dell’evento che ha visto la partecipazione di quasi 8.000 spettatori, la maggior parte minorenni.
Quindi sia all’interno che all’esterno dell’impianto sportivo sono state vendute bevande alcoliche in bottiglie di vetro, contravvenendo anche alla normativa sulla sicurezza negli stadi e luoghi di pubblico spettacolo.
Numerose sono state le sanzioni elevate in sede amministrativa e fiscale

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto