A teatro con mamma e papà, arriva “Pam! Parole e matita”

L'appuntamento domenica al Cafaro

Shares

SPETTACOLO PAMLATINA – Il teatro Cafaro di Latina ospiterà domenica alle ore 17 lo spettacolo “Pam! Parole e matita” che nasce dall’idea di un incontro tra le idee e le narrazioni di Gianni Rodari e Bruno Munari. Lo spettacolo è presentato da Luna e Gnac Teatro, storica compagnia bergamasca. Ancora una delle migliori realtà italiane per ragazzi al Teatro Cafaro di Latina.

“C’era un tempo in cui due tra i più grandi autori per l’infanzia italiani (e del mondo intero!) hanno lavorato insieme: uno usava le parole, l’altro le forme, entrambi pensavano a colori. Gianni Rodari e Bruno Munari si sono incrociati ad un certo punto della loro vita e, grazie a Einaudi, hanno creato una manciata di libri speciali. Erano nati per i bambini, ma con il tempo si sono mostrati adatti anche ad un certo tipo di genitori, quelli che non hanno mai smesso di pensare che giocare sia una prova di grande intelligenza – spiegano gli organizzatori – Uno dei tanti punti che Rodari e Munari avevano in comune era la ricerca della leggerezza, intesa come un’assenza di peso che permette di volare sopra al mondo conosciuto: cambiando il punto di osservazione il reale diventa irreale o, perlomeno, diverso. Erano due formidabili sperimentatori, amanti del rischio, cresciuti in una società che ancora apprezzava quegli esploratori che si spingevano oltre i confini del mondo conosciuto. Entrambi coltivavano l’idea, per loro affatto utopica, di voler migliorare il mondo, soprattutto a partire dai bambini, insegnando loro che un altro modo di pensare è possibile e che il divertimento è una cosa intelligente, costruttiva e vantaggiosa. La loro era arte Popolare, popolarissima anzi, perché adatta al popolo, quindi a tutti, e perché popolare, ovvero famosa, diffusa, amata”.

Torna così la rassegna “Le domeniche a teatro con mamma e papà” domenica 16 marzo alle ore 17.

Che cosa è una C? Un cane, una culla o una cuccia? E una P? Un pesce? Una palla? O tutti e due? Adele e Berta si ritrovano magicamente catapultate all’interno del libro che contiene tutte le parole: il vocabolario. Berta vorrebbe scappare, Adele invece vuole esplorare quello strano universo. Che gran scompiglio però! La grande mano che conosce i segreti dei segni mette in movimento lettere e parole, che prendono forme e significati inattesi e fantastici. Filastrocche e giochi di parole fanno scoprire alle due ragazze che le parole sono veicolo di fantasia ed emozioni. Torneranno nella realtà cambiate, ricche di una nuova amicizia.

Lo spettacolo si avvale di una lavagna luminosa, sulla quale vengono proiettati i disegni con cui gli attori interagiscono. I disegni sono, a seconda della situazione, sfondo, personaggio o luogo in cui avvengono le vicende. I disegni realizzati dal vivo proiettati su un grande schermo affascinano e incuriosiscono i più piccoli, accompagnandoli dentro le storie, per imparare a leggere e scrivere attraverso un teatro fatto di immagini. Un piccolo omaggio a Munari, a Rodari e ai grandi maestri che hanno reso la nostra infanzia un piccolo mondo poetico. Piccoli Grandi Cuori Onlus nasce a Bologna nel 1997 fondata da genitori e volontari uniti dal comune obiettivo di aiutare le famiglie ed i bambini portatori di cardiopatie congenite ricoverati nel reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva del Policlinico Universitario S. Orsola-Malpighi a Bologna, e con la finalità di garantire loro un futuro migliore tutelandone i diritti di assistenza, di integrazione scolastica, sociale e lavorativa.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto