Sciapò, ultimo appuntamento con il teatro a cappello

Domani sera al teatro Bertolt Brecht di Formia

Shares

teatro d'annunzio latinaFORMIA – Martedì 18 marzo alle 21 presso il Teatro Bertolt Brecht di Formia l’ultimo appuntamento con la rassegna del teatro a cappello “Sciapò” dove è il pubblico a decidere quanto vale lo spettacolo. Nata nel 2011 da un’idea di Domenico Romano del Teatro Civico 14 di Caserta, Sciapò recupera l’idea cinquecentesca della commedia dell’arte per ridare alle compagnie la visibilità che hanno perso, grazie alla creazione di una rete che già per la stagione 2013-14 può vantare 5 piazze in 3 regioni, e per ridare al pubblico il potere di scegliere e il piacere di tornare a teatro.

Domani in scena “Rosa Nurzia” della compagnia degli Esposti. Rosa è immobile sulla sua sedia, fieramente barricata nell’unico spazio consentito al suo essere vecchia e definitivamente sola, ora che sua sorella Alma è partita. Entrare nella sua casa è come dare l’ultimo saluto a un mondo in decomposizione. È partecipare ad un funerale che lei tenta comicamente di rimandare: ricordando, aggrappandosi a un tempo che non esiste più, pronunciando sentenze ridicole e lapidarie su chiunque e su qualunque cosa le capiti a tiro, abbandonandosi a visioni mistiche e istinti profani. Rosa ha una storia da raccontare con la sua lingua antica e forte e con il suo corpo incerto, nervoso, che non sa più rialzarsi da solo.Una storia reale, privata, fatta di piccole cose, che fa ridere e che per questo fa male. È il passato destinato a scomparire nella vaghezza del contemporaneo. È l’immedesimazione di un vivo con un morto, di un corpo con un’anima. È l’impossibilità di generare, evolvere, fiorire.È la sfida di far entrare la forza della donna, Rosa Murzia, nel corpo di un attore maschio, Ciro Esposito. Per prenotazioni 393.9499965

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto