Interdittiva antimafia, la Regione revoca il contratto alla Icem di Minturno

La società stava eseguendo i lavori al porto di Anzio

Il porto di Anzio

Il porto di Anzio

ANZIO – La Regione Lazio ha avviato la procedura di revoca del contratto alla società Icem di Minturno dopo l’interdittiva antimafia ricevuta dalla Prefettura di Roma per la società aggiudicataria dei lavori per l’antico porto Neroniano di Anzio.

“A seguito della comunicazione da parte della Prefettura di Roma agli uffici regionali della interdittiva antimafia nei confronti della società Icem, di Minturno, aggiudicataria di un appalto per l’affidamento dei lavori per l’antico Porto Neroniano di Anzio, la Direzione regionale Ambiente ha provveduto alla predisposizione degli atti necessari alla rescissione del contratto e alla liquidazione dei costi per le opere già eseguite, così come previsto dalla legge in materia”. Lo comunica in una nota l’Ufficio stampa della Regione Lazio.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto