Amore (in)finito, la campagna del Rotaract Latina

Per dire "No" alla violenza sulle donne

AmoreInfinito-1LATINA – Il Rotaract Club Latina scende in campo per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, in programma per martedì 25 novembre, e presenta ufficialmente la sua campagna mediatica “AMORE INFINITO”. Un urlo di dolore e riscatto sociale per tutte le donne, che rivive negli scatti della fotografa Alessandra Tripodi e nel trucco di scena della MakeUp Artist Eleonora Olimpio. Foto che raccontano, singolarmente o in gruppo, le storie di giovani donne violentate nel corpo e nell’anima da chi professa amore vero, un amore color rosso…sangue.
«Nonostante si sia finalmente riconosciuto il femminicidio come un reato a sé stante – commenta la presidentessa del Club Simona Mulè – c’è ancora molto da fare e non soltanto a livello giuridico. È necessario continuare a sensibilizzare la società civile, ancora troppo ancorata al sistema patriarcale, lanciando messaggi forti e chiari: la violenza non è amore. Lo urleremo all’infinito perché siamo stanchi di leggere e vedere cronache sanguinose in cui l’aggressività e la sopraffazione, camuffate da affetto, regnano sovrane ed indisturbate».
Con questi pochi scatti, dunque, il Rotaract Club Latina ancora un volta si mostra sensibile nei confronti delle tematiche sociali che colpiscono la popolazione nel suo complesso e decide di “metterci la faccia”. In questo caso nel senso letterale della parola: cinque ragazze del Club, tra cui la presidentessa Mulè, hanno sconfitto timidezza ed imbarazzo e hanno prestato volto e corpo per questi scatti d’autore. Le troviamo tutte insieme nell’immagine copertina già diffusa sui social network, una fotografia forte e d’impatto che rappresenta la violenza, la costrizione, lo svuotamento ma allo stesso tempo anche la voglia di “uscire dal tunnel”, di fare gruppo per avere la forza di dire BASTA. Non c’è motivazione che giustifichi la violenza e non c’è amore quando pugni e ferite (di qualsiasi natura) deturpano il volto di una donna.
«Bisogna denunciare gli episodi di violenza senza alcun timore o remora, non ci stancheremo mai di dirlo – continua Simona Mulè – Ogni singolo e piccolo episodio è un campanellino di allarme che va ascoltato e preso in considerazione. Che sia un pugno o una coltellata la differenza non c’è: in entrambi i casi è l’AMORE INFINITO».
Le fotografie, che dal prossimo 25 novembre verranno pubblicate sulla pagina facebook del Club (Rotaract Club Latina PHF) e su tutti i social network, saranno protagoniste di una esposizione itinerante per molti bar e noti locali del capoluogo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto