Lo sequestrano per seimila euro, tre arresti a San Felice Circeo

Notte da incubo per un commerciante ambulante

Il luogo della detenzione

Il luogo della detenzione

SAN FELICE CIRCEO – Sequestrato per un presunto debito di seimila euro e tenuto prigioniero per 24 ore fino a quando non sono intervenuti i carabinieri. E’ accaduto a San Felice Circeo dove tre persone sono state arrestate con l’accusa di sequetsro di persona a scopo di estorsione. Gli arrestati sono cittadini extracomunitari, si tratta di Alal Uddim, 30enne domiciliato a Terracina, Badar Ahamad, 19enne domiciliato a Roma e Parves Talukdar, 29enne domiciliato a San Felice Circeo. Altri cinque stranieri sono stati sottoposti a fermo per lo stesso reato. Alcuni residenti di Fontana Copella hanno sentito grida di aiuto da un’abitazione dove i militari hanno trovato un commerciante ambulante di 38 anni che era stato legato ad una sedia e trattenuto con la forza dalla sera prima. I sequestratori pretendevano 6mila euro per la sua liberazione. Questi soldi un anno prima, erano stati consegnati all’ambulante dagli otto stranieri per il rilascio dei documenti validi per l’espatrio. Pratica che però non sarebbe andata a buono fine. I primi tre sono stati arrestati in flagranza di reato, altri due sono stati rintracciati a San Felice. Altri tre sono stati rintracciati a Terracina su un furgone mentre cercavano di scappare.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto