Dogre, scade il contratto ma il Comune non ha le idee chiare sul futuro

Lo denunciano i consiglieri Fioravante e Cozzolino

comune latina con pallaLATINA – “Non un passo in avanti dell’amministrazione Di Giorgi in questo 2014 sulla metro, sul cimitero, sulla Latina Ambiente e quella legata alle dimissioni e alle relative dichiarazioni del Sindaco”. Aprono così il loro comunicato i consiglieri comunali del PD Marco Fioravante e Alessandro Cozzolino: “Ciliegina sulla torta è la scadenza prevista per il 31 dicembre 2014 del contratto che lega il Comune di Latina alla DOGRE, società alla quale è stato affidato il servizio di accertamento e riscossione sulla pubblicità, sulle pubbliche affissioni, sulla tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche ed altro”.

“Non è chiara la posizione che l’amministrazione intende tenere in merito alla procedura che si vuole portare avanti, ma è evidente che anche in questo caso la scelta è stata quella di non decidere, nonostante il dirigente del servizio tributi avesse segnalato già da questa estate la scadenza del contratto a dicembre. Questa mancanza di decisione potrebbe costare caro alle casse comunali, perché ci sono due strade che si possono intraprendere: rinnovare il contratto direttamente senza vantaggi per l’ente o fare una proroga necessaria ad espletare una nuova gara che porterà grandi  risparmi  alle casse del Comune di Latina”.

“Tra l’altro andando in gara si potrebbero superare le incertezze che hanno creato disagi ai cittadini, come ad esempio la tassa sull’ombra delle insegne e il calcolo delle dimensioni dei passi carrabili. Il Pd – concludono Cozzolino e Fioravante – crede che la gara sia elemento di trasparenza e di risparmio, al contrario una scelta diversa sarebbe il frutto di una decisione tra pochi intimi, assunta senza tutelare gli interessi dei cittadini”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto