Edilizia, crisi senza fine: a Latina persi oltre 3mila posti in cinque anni

Hanno chiuso oltre 400 aziende, lo dicono i dati della Cassa edile

muratoriLATINA – Il settore edile è uno dei più colpiti dalla crisi e a confermarlo sono i dati forniti oggi dalla Filca Cisl del Lazio secondo cui nella regione, a partire dal 2009 facendo riferimento ai dati della Cassa Edile delle 5 province del Lazio, sono stati 38.761 i lavoratori ad aver perso il posto di lavoro a cui si devono aggiungere 2.518 operai iscritti alla Edilcassa del Lazio. Le ore lavorate e gli operai iscritti alle Casse Edili Provinciali ed Edilcassa segnano da un anno all’altro flessioni del 30%.
Le imprese edili che hanno dovuto chiudere dal 2009 sono state 4.609 secondo i dati pervenutici dalle Casse Edili oltre altre 190 iscritte all’Edilcassa per un totale di 4.799 aziende non più in attività.
In 5 anni le ore lavorate in meno nel settore sono 35milioni 375mila437(dati Casse Edili) oltre 2milioni 822mila575 ore (dati Edilcassa) per un totale di 38 milioni 197mila 922. L’attività si è progressivamente ridotta, considerando che le ore lavorate sono il principale indicatore della salute del mercato delle costruzioni, abbiamo assistito ad un vero e proprio crollo.
La massa salari in meno è superiore a 330 milioni (circa 200 milioni a Roma, circa 50 milioni a Frosinone e a Latina,circa 20 milioni a Viterbo e circa 10 milioni a Rieti).

I NUMERI SCORPORATI PER PROVINCE –DATI CASSE EDILI ED EDILCASSA
ROMA E PROVINCIA: 28.659 mila gli operai in meno, 2.925 le imprese non più attive, oltre 25 milioni 900mila le ore lavorate in meno,
FROSINONE E PROVINCIA: 5.880 gli operai in meno, 689 le aziende fallite, 5milioni 900mila le ore lavorate in meno
LATINA E PROVINCIA: 3.295 gli operai in meno, 405 le ditte che hanno cessato l’attività, 2 milioni 900mila le ore lavorate in meno
VITERBO E PROVINCIA: 2.567 gli operai in meno, 558 le imprese fallite, 2,5 milioni le ore lavorate in meno
RIETI E PROVINCIA: 878 gli operai in meno, 214 le aziende non più in attività, 1 milione le ore lavorate in meno.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto