Latina

Filo diretto Russia- Italia, incontro in Unindustria

La delegazione di imprenditori sarà a Latina venerdì

UNINDUSTRIALATINA – Una delegazione di imprenditori e rappresentanti istituzionali russi sarà ospite venerdì 13 febbraio alle 10 presso la sede di Unindustria Latina.
L’iniziativa è nata con la finalità di promuovere relazioni d’affari tra imprese russe ed italiane in settori come quello dell’elettronica, della produzione di motori elettrici, materiale isolante elettrico, farmaceutico, metalmeccanica, medicina, produzione di vernici per mobili, agroalimentare.
A ricevere la delegazione, guidata dal Presidente Vladimir Ponomarev della Camera di Commercio del Distretto di Sergiev Posad, il Presidente di Unindustria Latina Fabio Miraglia, affiancato dal Vicepresidente Pierpaolo Pontecorvo e dai presidenti del Comitato Piccola Industria, Angela Visca e del Gruppo Giovani Imprenditori Christian Papa, oltre diversi altri imprenditori dei settori interessati.
Il distretto di Sergiev Posad è un territorio composto da dodici Comuni con circa cinquecentomila abitanti a 70 km da Mosca. L’iniziativa, promossa dall’Associazione “Italia-Russia” della provincia di Latina, vede la collaborazione di Unindustria Latina per l’organizzazione di questo incontro, allo scopo di preparare una missione economico-imprenditoriale da realizzarsi nel periodo di maggio tra i rappresentanti di imprese del distretto russo ed alcuni imprenditori della nostra provincia, al fine di facilitare relazioni d’affari tra imprese russe e italiane.
“L’iniziativa rientra nei nostri progetti a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese – dichiara il Presidente di Unindustria Latina Fabio Miraglia. Si tratterà di un primo incontro interlocutorio dal quale auspichiamo possa scaturire una collaborazione produttiva sia per le aziende di Latina che per le imprese russe. Colgo l’occasione per ringraziare Antonio D’Ettorre, Presidente Associazione Italia Russia provincia di Latina, che ci ha permesso di organizzare questo incontro”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto