regione

Sanità, terapia intensiva neonatale al Goretti e Fondi resta centrale

Ecco le novità di Zingaretti

Ospedale S.M. Goretti di Latina

Ospedale S.M. Goretti di Latina

LATINA – Negli ospedali pontini arriva la terapia neonatale intensiva e l’emodinamica. Fondi invece resta centrale. A renderlo noto è il consigliere regionale del Pd Enrico Forte: “Fondi dovrà restare centrale nella rete sanitaria per acuti della provincia di Latina con particolare riferimento all’emergenza urgenza e alla rete neonatale: i due settori dovranno essere oggetto di un potenziamento quantitativo e qualitativo”.

Per il Santa Maria Goretti di Latina resta fondamentale il progetto di Dea di secondo livello con l’apertura della terapia intensiva neonatale. Per Formia- aggiunge Forte – grazie anche all’interessamento del sindaco Bartolomeo, ci sarà la prossima settimana una riunione presso la cabina di regia della sanità per definire le modalità di rafforzamento del servizio di emodinamica presso il Dono Svizzero. Per quanto riguarda il san Giovanni di Dio di Fondi « il settore perinatale sarà potenziato con l’aggiunta di due nuovi posti di neonatologia, mentre il Pronto soccorso avrà uno spettro operativo generale. A Fondi, inoltre sarà realizzata, adeguando quella già presente o utilizzando spazi adiacenti, una elisuperficie per le attività dell’elisoccorso attiva h24.

SIMEONE – “Siamo soddisfatti dell’esito dell’incontro che si è svolto questa mattina, alla presenza del presidente Zingaretti, del senatore Fazzone e dei sindaci di Fondi, Sperlonga, Campodimele e Monte San Biagio, per fare chiarezza sul futuro dell’ospedale di Fondi e analizzarne le criticità – spiega il consigliere regionale di FI Giuseppe Simeone – Ma soprattutto siamo felici di constatare che ci sia stata una importante apertura rispetto al passato sulle effettive esigenze della sanità nella provincia di Latina ed in particolare per l’ospedale di Fondi. La disponibilità dimostrata alle proposte formulate dai territori e la condivisione sulla centralità dell’ospedale di Fondi nel sistema sanitario pontino è il primo passo avanti per dare delle risposte concrete ai cittadini. Ci auguriamo ora che gli impegni assunti siano rispettati con la revisione dell’atto aziendale della Asl di Latina e che quanto accaduto oggi possa essere la chiave di volta per fare della Regione Lazio il luogo dove i problemi si ascoltano e le soluzioni si trovano sempre in un clima costruttivo e di confronto”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto