latina

Ztl e pavimentazione, consiglio comunale a Latina

Latina in bicicletta e Valore Donna dicono la loro

ztl varchi e pavimentazioneLATINA – Si terrà domani il consiglio comunale che tratterà come ultimo punto all’ordine del giorno una mozione del PD che chiede di non spendere la somma di 1.200.000 euro per ripavimentare l’area pedonale, ma di utilizzarlo per strade e scuole.

LATINA IN BICICLETTA – Possibile che tutte queste cose si vogliano fare adesso con questo denaro?
Una volta tanto, che un’amministrazione di questa città vuole realizzare un’area pedonale stanziando dei soldi, per riqualificare la zona così da renderla DEFINITIVA e vincente per tutti, commercianti compresi, con questi stessi soldi si vuole fare di tutto e di più?! Possibile che il PD non si sia accorto che con i soldi che avanzerebbero dall’obbligata riqualificazione al risparmio si riuscirebbe a fare ben poco di tutto ciò che loro propongono?
Non rischiamo che con questo metodo non verrebbe mai il momento di realizzare un progetto per dare un indirizzo alla città che non sia quello rivolto alla tutela degli interessi dei costruttori per i quali a Latina negli ultimi decenni si è fatto fin troppo?
Non posso credere che un partito che della qualità della vita e delle tematiche ambientali dovrebbe essere portatore, non creda nell’efficacia di un’area pedonale.
Ovvio poi che in questa situazione si inseriscano le speculazioni di chi voglia, legittimamente per le sue convinzioni e vocazioni politiche, far fallire miseramente questo che considera ancora un esperimento, come i consiglieri Fuoco e Anzalone.
I due propongono la riapertura infrasettimanale dell’area e con la scusa del risparmio, si dichiarano anche loro contro i lavori di riqualificazione.
La verità è che l’apposizione di panchine, alberature, rastrelliere, etc, si andrebbe a restringere la carreggiata tanto da impedire il tanto agognato, da alcuni commercianti, parcheggio, magari anche quello in doppia fila di cui Latina è ottima testimone. Ovvia la manovra dei due consiglieri di maggioranza, non vogliono assolutamente questo restringimento visto che sono portatori dichiarati degli interessi di alcuni commercianti contrari alla ZTL tout court.
Questa loro proposta di fatto porterebbe, nel giro di pochi mesi, a far morire questo parcheggio d’auto svuotato dalle stesse.
Anche il PD vuole questo? Non è possibile che Latina debba rimanere una delle poche città in Italia ed Europa con questi tristi primati: maggior numero di auto per cittadino ed assenza di un area pedonale?
Per giunta stiamo discutendo di un’area certo ristretta, nella quale per la prima volta da decenni a Latina, viene chiesto alle auto di indietreggiare per far posto a pedoni, bambini, bici, famiglie, portatori d’handicap, ma che avrebbe poco senso se rimanesse una striscia d’asfalto.
Quindi con la presente chiediamo, qual è l’idea di area pedonale che i consiglieri d’opposizione del PD hanno?
Cosa pensano sia giusto per far convergere i sacrosanti interessi delle attività commerciali del posto con gli altrettanto sacrosanti diritti dei cittadini di Latina (una delle pochissime città in Italia a non avere ancora un’area pedonale degna di questo nome) di poter godere del cuore della propria città, trasformandolo in luogo dove cultura, senso d’appartenenza, socializzazione siano le parole d’ordine di una rinascita civile della città? Perché siamo d’accordo che la piazza, se ben organizzata, come in questo caso l’amministrazione sarebbe obbligata a fare, è il luogo di rigenerazione delle comunità, vero?!

VALORE DONNA – Il denaro che il Comune di Latina vuole utilizzare per pavimentare la Zona a Traffico Limitato del centro storico dovrebbe essere utilizzato per fini sociali, per risolvere l’emergenza abitativa e per sanare le situazioni delle famiglie in difficoltà che risiedono nel capoluogo pontino. Ne sono convinti Valentina Pappacena e Ferdinando Tripodi, rispettivamente presidente e vice presidente dell’associazione di promozione sociale “Valore Donna” di Latina.

Pappacena, lancia un appello all’assessore ai Servizi Sociali Alessandro Calvi: “Si faccia promotore della nostra istanza con la Giunta di cui fa parte. Faccia ragionare il sindaco Giovanni Di Giorgi e faccia in modo che i soldi che lui vuole destinare alla pavimentazione della Ztl, vengano invece utilizzati per i servizi sociali e per le famiglie disagiate”.

L’associazione Valore Donna, anche nella persona del suo vice presidente Tripodi, è contraria a quello che può essere definito uno sperpero di denaro pubblico. “Quando la città sarà pronta a spendere un milione e duecentomila euro per un’opera di ‘abbellimento’ del centro storico – afferma Tripodi – allora saremo anche noi favorevoli a questa spesa. In un momento di profonda crisi economica come questo, invece, noi ci sentiamo di prendere le distanze da questa iniziativa e a manifestare apertamente il nostro dissenso”.

Ad oggi, affermano da Valore Donna, non è ancora chiaro quale sarà il vero destino della Ztl, visto che non raccoglie il pieno favore neanche dalla maggioranza del sindaco Di Giorgi. È ancora possibile ripensarci e tornare sui propri passi, in favore dei reali bisogni della città, mantenendo – se non ampliando – la zona pedonale che tanto piace a gran parte dei cittadini.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto