progetti

Gko e Lilith dicono “No” alla violenza sulle donne.

Il progetto ha interessato oltre 1600 studenti

Un monemto dello spettacolo Vincenzo Persi Giorgia LucconePONTINIA – Gko Company e Lilith ancora insieme per dire “No” alla Violenza sulle Donne. Si riparte dalla Scuola Media Verga di Pontinia e gli incontri interattivi, dove gli studenti incontreranno le operatrici del Centro Donna Lilith e la compagnia di spettacolo Gko Company per un dibattito sulla violenza e sulla differenza di genere, poi Lunedì 25 Gennaio tutti a teatro. Si riparte dunque con la seconda edizione della prima rassegna di teatro pedagogico sociale del territorio “Grow Up Renata”. Il progetto, suddiviso in tre fasi, coinvolge gli allievi dapprima con una conferenza interattiva in cui si cerca di formulare il concetto di violenza di genere, poi con la visione dello spettacolo “Renata – Una storia di violenza sulle donne” della Gko Company ed infine con “Libera l’Arte” agli studenti viene passato il testimone e, diventano protagonisti “a modo loro”, esprimendo in una forma artistica il messaggio percepito. “Ho cercato di mettere al centro del lavoro di Gko Company di quest’anno la prevenzione, cosa utile e possibile, la violenza contro le donne può essere disinnescata agendo sulle ragioni culturali e politiche che la causano – afferma Vincenzo Persi, direttore artistico della compagnia di spettacolo Gko Company – Se ancora esiste discriminazione e disuguaglianza è perché questi concetti sono radicati nella quotidianità, è necessario partire dal basso e costruire un’educazione all’uguaglianza, alla diversità e al rispetto”. Il rispetto e l’amore sono i semplici concetti su cui si fonda il lavoro di Gko Company e, chi meglio dell’Associazione Lilith di Latina per supportare il progetto ed inserirsi in maniera professionale dialogando con gli studenti. La squadra ha condotto una capillare attività di sensibilizzazione per cercare di diffondere una nuova mentalità, nella prima parte dell’anno scolastico, nelle scuole di Sezze, Roccagorga, Maenza e Bassiano coinvolgendo con successo più di 1600 studenti di ogni ordine e grado. Ora si riparte e sarà la volta di Pontinia, Priverno e Latina.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto

CHIUDI IN BASSO A DESTRA