maenza e gaeta

Dissesto idrogeologico, la Regione Lazio stanzia oltre 3 milioni di euro

In provincia di Latina previsti due interventi

 

pontone_gaeta_01LATINA – Al via i primi 16 interventi nei comuni del Lazio, ritenuti prioritari e volti al superamento di criticità conseguenti a dissesto idrogeologico, grazie ad un finanziamento complessivo di 3 mln e 420 mila euro. Nello specifico, attraverso l’approvazione di una determina della Direzione Infrastrutture, è stata suddivisa la disponibilità economica secondo le esigenze individuate per i seguenti Comuni. Due gli interventi previsti nella provincia di Latina: a Maenza, per la messa in sicurezza dai crolli della strada comunale in Località le Rose con un investimento di 300 mila euro e a Gaeta, per l’intervento di manutenzione ordinaria del Fosso Pontone o Rio d’Itri, investimento da 240 mila euro.

SIMEONE – “Non posso che esprimere soddisfazione per la decisione della Regione Lazio di stanziare 240mila euro per un primo intervento di manutenzione del Torrente Pontone. La determina della Direzione Infrastrutture segue l’impegno assunto da parte dell’assessore Refrigeri nel corso dell’incontro che abbiamo avuto a margine del consiglio regionale in cui, ad ottobre 2015, è stata discussa l’interrogazione che ho presentato sull’emergenza del Torrente Pontone e con la quale chiedevo un impegno certo e risolutivo per arginare le costanti criticità in atto. Si tratta di un passo importante che spezza il filo del disinteresse e di inadempienze di cui la Regione Lazio in questi anni si era resa protagonista lasciando cadere nel nulla le richieste di intervento avanzate dai Comuni e dai cittadini. Anni in cui le numerose esondazioni hanno messo a rischio la vita delle persone creando disagi e danni alle imprese che ricadono nel territorio dei Comuni di Gaeta, Formia ed Itri. Ora ci auguriamo che si aprano presto i cantieri e che il passo successivo da parte della Regione Lazio sia quello di finanziare la progettazione esecutiva occorrente per la cantierabilità definitiva dell’opera di messa in sicurezza del Torrente. Il dissesto idrogeologico è un problema reale che va affrontato con rapidità per evitare che si verifichino nuove tragedie. Come fatto sinora vigileremo affinchè agli impegni siano consequenziali i fatti e che il Torrente Pontone sia oggetto presto di tutti gli interventi necessari alla sua totale messa in sicurezza”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto