POLITICA

Primarie del centrodestra, decisioni prese

Una coalizione sembra possibile, ma chi vince dovrà avere diritto di sindacare sulle liste che lo sosterranno

centrodestra

LATINA – Nicola Calandrini per Fratelli D’Italia, Enrico Tiero per Nuovo Centro Destra e Alessandro Calvi per Forza Italia, dovrebbero essere questi, a meno di improvvisi scossoni delle ultime ore, i nomi che concorreranno alle primarie del centrodestra per scegliere il candidato sindaco della coalizione per le prossime amministrative. C’è tempo fino alle 17 per consegnare le 300 firme necessarie a ogni candidato per ufficializzare la propria corsa. Certo i malumori non mancano. Ieri, un una conferenza stampa, il portavoce regionale di Fratelli D’Italia, Marco Marsilio ha messo in chiaro alcuni punti spiegando che “Il vincitore delle primarie sarà il candidato sindaco di tutta la coalizione, chi non è d’accordo deve dirlo subito”. Il candidato Calandrini ha sottolineato che gli errori del passato non vanno ripetuti e che chi vincerà le primarie dovrà avere la fiducia incondizionata di tutti”. Fratelli d’Italia avrebbe comunque posto un veto su chi ha fatto cadere l’amministrazione Di Giorgi: “Se Calandrini dovesse vincere le primarie – ha detto – avrà il diritto di sindacare sulle scelte delle liste che lo sosterranno proprio per evitare l’inserimento di personaggi pronti a mettere benzina sul fuoco”.

CIVICHE – Intanto le liste civiche si moltiplicano: Borghi di Latina, Latina Città del solo e fare capeggiate da Gianni Chiarato; Movimento per Latina di Luigi Pescuma; Damiano Coletta con Latina Bene Comune e Lista giovani; Latina Mare e Turismo di Alfio D’Annibale. Numero destinato ad aumentare sensibilmente nel prossimo mese.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto