sindacale

Latina formazione, a rischio i posti di lavoro

Lo rende noto l'Usb Enti locali Lazio

Latina_formazione_lavoro__ridottaLATINA – I lavoratori di Latina Formazione e Lavoro S.p.A., legati alla funzione della formazione professionale delegata dalla Regione Lazio alla Provincia di Latina, vedono a rischio i loro posti di lavoro per un rimpallo di responsabilità tra i due enti.

“Una cattiva applicazione della Legge Delrio, la 56/2014, ha visto decine di dipendenti esclusi dalle liste dei lavoratori soprannumerari che saranno presi in carico dall’Amministrazione Regionale”, denuncia Gilberto Gini, dell’USB Enti Locali Lazio.

“Purtroppo sono state disattese tutte le clausole di salvaguardia del posto di lavoro – prosegue il rappresentante USB – anche quelle previste nel trasferimento dei lavoratori dalla Provincia di Latina alla società partecipata”.

“I lavoratori di Latina Formazione e Lavoro S.p.A., sono a tutti gli effetti dipendenti della Provincia – precisa Gini – così come era stato stabilito in un protocollo di intesa già dal 2008. Anche in caso di scioglimento dell’Agenzia era previsto il rientro nell’organico dell’ente provinciale.”

Aggiunge il sindacalista: “La Regione Lazio ha finanziato la funzione, svolta dai lavoratori della partecipata, fino a dicembre 2015. Dal canto suo la Provincia di Latina, che ha sempre incassato le somme, doveva considerare i dipendenti della partecipata legati alla funzione delegata”.

“L’USB, al fianco dei lavoratori della Latina formazione e Lavoro S.p.A., ritiene inaccettabile che non si diano risposte chiare sul futuro di questi lavoratori e chiederà immediatamente ad entrambi gli enti un incontro urgente per risolvere definitivamente questa vertenza”, conclude Gini.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto