spettacolo

Simone Iuè è la voce del leoncino Kion nel film Lion Guard

Tanti successi per l'anfiteatro di viale Kennedy a Latina

Simone IuèLATINA – Ancora soddisfazioni per L’Anfiteatro, di Danilo De Paola e Valeria Vallone con direzione artistica di Luca Velletri: proprio in questi giorni si stanno concentrando diversi appuntamenti che riguardano gli allievi di oggi e di ieri della scuola d’arte pontina.

CASERIO – L’ex allievo della scuola, che per anni ha studiato recitazione nella scuola di viale Kennedy, da giovedì scorso sta sbancando al botteghino del cinema con l’ultima pellicola di Fausto Brizzi, “Forever Young”: Emanuel Caserio, presta il volto al toy boy di Sabrina Ferilli.

IUE’ – Simone Iuè, il giovane cantante protagonista della scorsa edizione del talent di RaiUno presentato da Antonella Clerici “Ti lascio una canzone”, è da sempre a L’Anfiteatro dove frequenta il corso del direttore artistico Luca Velletri. Luca è da più di 20 anni cantante residente per Disney Italia, con cui ha partecipato a numerose pellicole tra cui Koda e Come d’incanto. Verificato quanto Simone fosse ormai pronto e preparato, lo ha proposto ai dirigenti che dopo averlo provinato lo hanno subito voluto nella loro squadra. Una formazione completa quella dell’undicenne Iuè, che gli ha permesso di approdare negli studi di Rai 1 prima, e adesso in sala doppiaggio per la Disney, dove sta doppiando tutti gli episodi del cartone animato Goldie e i riccioli d’oro, e dove ha prestato la sua voce a Kion, il leoncino figlio di Simba e Lana, nel film “Lion Guard”, andato in onda l’11 marzo 2016 alle 20.00 su Disney Junior e Disney Channel, e ancora in rotazione.
ZARRELLI – Il regista Marco Zarrelli ha scelto per il suo film Amor Sacro, diversi attori della scuola, che hanno ultimato le riprese in questi giorni: gli insegnanti di recitazione Marco Lungo, Marina Provenzano e Simona Serino, e gli allievi Giuseppe Pannone e Marco Gargani, i quali insieme a un altro allievo, Roberto Stabellini, fanno anche parte del cast della web serie di Paolo Toselli “La banda della Migliara”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto