latina

Al Karama, dopo il sequestro i commenti dei politici

Calandrini e Chiarato: "Il centro va chiuso"

al karamaLATINA – Dopo l’episodio che si è verificato ieri ad Al Karama, con un cittadino tedesco sequestrato e derubato, i candidati Gianni Chiarato e Nicola Calandrini intervengono spiegando, in due distinte note, che quel centro va chiuso:

CALANDRINI – “Al  Karama è un’esperienza disumana è incivile, non si può pensare di offrire aiuto e solidarietà alle persone rinchiudendole in un vero e proprio ghetto! E’ intollerabile che in una città ci siano delle zone franche alle regole ed è ora di finirla con i tentativi di qualcuno di ricondurre il tutto a chissà quali motivazioni umanitarie. Quel centro va chiuso”.

CHIARATO – Più duro il commento di Chiarato: “Ribadisco la mia intenzione netta di sgomberare il campo nomadi abusivo di Al Karama e lo dico ad alta voce dopo i terribili eventi di ieri che hanno rappresentato un salto di qualità nel modo di delinquere  dei rom presenti in quel campo. Prima che si passi un altro confine e si arrivi a leggere sui notiziari di ferimenti o peggio  io dico che si deve agire con fermezza e senza tentennamenti in un’unica direzione: sgomberare il campo per mettere in sicurezza tutti , compresi i minori residenti nel campo stesso”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto