minturno

E’ stata aggredita perchè aiuta i migranti, colpita con un bastone in testa

Nessuna grave conseguenza per Sabrina Yousfi che dice: "Non mi fermeranno"

immagine dal profilo Facebook

immagine dal profilo Facebook

MINTURNO – E’ stata aggredita in un parcheggio di un pub a Minturno dove si era appena svolto un incontro sul referendum, Sabrina Yousfi, giovane impegnata in aiuti umanitari nei confronti di migranti, è stata colpita in testa da un bastone. Subito si è rivolta ai sanitari del 118 che l’hanno trasportata in ospedale, fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze. E’ lei stessa, dal suo profilo Facebook a spiegare che qualche giorno prima aveva trovato dei biglietti con minacce dirette alla sua attività di aiuto ai rifugiati, è infatti insegnante di italiano per lo Sprar a Itri. Tanti i movimenti politici e le associazioni che hanno espresso solidarietà alla ragazza. A Itri porta avanti insieme allo Sprar, un programma di cosiddetta seconda accoglienza per i profughi e i richiedenti asilo e non ha intenzione di fermarsi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto