la presentazione

Acqualatina chiude il bilancio con un attivo di quasi 10 milioni

Soddisfazione del presidente Addessi

da sinistra l'ad di Acqualatina Besson e accanto il presidente Addessi

da sinistra l’ad di Acqualatina Besson e accanto il presidente Addessi

LATINA – E’ stato presentato oggi, nella sede di Acqualatina il bilancio 2015 che chiude in attivo, ha detto il Presidente Addessi: “È con soddisfazione che annuncio, anche quest’anno, la chiusura in positivo del nostro Bilancio di Esercizio con circa 9,9 milioni di euro di attivo. Con questo altro risultato positivo, il nostro patrimonio netto societario sale a circa 52milioni di euro. Un risultato positivo che acquista ancora più valore poiché ottenuto a fronte di notevoli investimenti e, sopratutto, avendo preso in gestione le Isole Pontine. Vorrei ricordare anche che abbiamo appaltato la realizzazione di un impianto di smaltimento fanghi nel Comune di Sermoneta, Comune baricentrico rispetto all’ubicazione dei nostri impianti. Grazie a questo progetto riusciremo ad abbattere del 30% uno dei principali costi di Bilancio, da sempre.»

L’Amministratore Delegato, Raimondo Luigi Besson, ha poi illustrat nel dettaglio i dati di Bilancio: “Il Piano prevede investimenti per oltre 80 milioni di euro su vari fronti, tra cui il rinnovo completo dei sistemi informativi attualmente già in atto. Il lavoro svolto sinora, come mostrano i dati di Bilancio, ci ha permesso di ridurre di circa un milione di euro i costi di gestione, passando da 60milioni a circa 59milioni. Un trend di contenimento che acquista ancora più valore se messo in relazione al crescente incremento del perimetro di operatività e dei servizi offerti. In chiusura vorrei fare un punto sul tema “tariffa” che tanto ha fatto discutere: nei mesi scorsi, l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha definitivamente approvato le tariffe applicate da Acqualatina nel periodo 2012-2015, sancendo, di fatto, la legittimità e la correttezza del nostro operato».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto