spagna

Massacro del Circeo, il corpo sepolto a Melilla è di Andrea Ghira

Depositati i risultati del test del dna effettuato sulla salma

Shares
melilla ghira

Foto da corriere.it

CIRCEO – E’ di Andrea Ghira, uno dei mostri del Circeo, il corpo sepolto nel cimitero comunale di Melilla, enclave spagnola in Marocco. A confermarlo, e a chiudere definitivamente il sipario sulla vicenda, è la consulenza che è stata depositata venerdì sui resti della salma riesumata a gennaio dopo che la Procura aveva deciso di riaprire il caso per dare una risposta definitiva al giallo della morte di uno dei massacratori del Circeo, che era riuscito a fuggire, già prima della sentenza all’ergastolo pronunciata in primo grado nel 1976.

La relazione dei medici legali nominati dall’accusa, i professori Giovanni Arcudi e Giuseppe Novelli, stabilisce che il materiale organico analizzato è di Andrea Ghira, con assoluta certezza.

Il 22enne Ghira, figlio di un imprenditore edile, scappò al contrario dei suoi amici pariolini, Angelo Izzo e Gianni Guido. In Spagna si arruolò nella Legione Straniera e visse facendosi chiamare Massimo Testa De Andres. Questa altra consulenza ribadisce dunque l’esito degli esami del Dna effettuati nel 2005, che si sono conclusi con la dichiarazione che le spoglie erano, con buona approssimazione, di Ghira.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto