latina

Giallolatino parte dalle scuole

Appuntamento all'istituto Enaudi

Shares

giallo-latinoLATINA – Parte il festival del giallo e noir, e lo fa dalle scuole, da diverse edizioni infatti Giallolatino entra direttamente nelle scuole con gli autori che intervengono interagendo con gli studenti degli istituti superiori e inferiori del territorio sono scrittori che si sono formati proprio in provincia di Latina. Infatti nel tempo il numero di autori pontini è sensibilmente cresciuto, andando ben oltre il confine regionale.

Dopo l’incontro di lunedì 19 al Campus dei licei Ramadù di Cisterna, un nuovo incontro ci sarà giovedì 22 all’istituto Einaudi a partire dalle 10.40.

Il festival in questa edizione arriva alla decima, sempre col medesimo entusiasmo e sempre con la volontà di rapportarsi con i più giovani, per questo motivo accanto al programma istituzionale vengono previsti sempre incontri nelle scuole, nelle giornate che anticipano il weekend di Giallolatino.

Non solo trame gialle e noir, o personaggi e comparse che fluttuano negli intrecci narrativi, gli scrittori illustreranno perché si scrive. Si scrive, sempre per comunicare, anche quando ci si imbatte col foglio bianco del proprio diario, perché prima o poi sappiamo che quei ricordi dovranno fare i conti con la nostra coscienza, che nel frattempo è maturata e si è arricchita.

E saranno proprio quei primi rudimenti di scrittura creativa a tornarci utili quando ci troveremo di fronte a scrivere per comunicare: sia essa una lettera commerciale, un po’ fuori gli schemi, chiaro, ma efficace, pronta a colpire col lato emozionale chi legge dall’altra parte, sia essa una storia narrata, un racconto o un romanzo, che apre un ponte di collegamento spirituale col lettore.

L’incontro si svolgerà nell’arco di due ore, gli autori che incontreranno gli studenti sono:

GIORGIO BASTONINI, commercialista prestato alla scrittura, ha creato il personaggio nei suoi gialli di Paolo Santarelli, un piemme stravagante che risolve i casi in maniera poco ortodossa nella sua Latina. Nelle sue trame parte sempre dalla realtà, come il fortunato ‘Un piemme non omologato in una storia di provincia’.

GIAN LUCA CAMPAGNA, ideatore del festival Giallolatino, giornalista e insegnante nei laboratori di scrittura creativa, ha all’attivo un numero enciclopedico di racconti, di recente ha pubblicato per Mondadori e ha all’attivo il romanzo nazionale ‘Finis terrae’. Predilige il genere noir come specchio fedele della realtà.

FABIO MUNDADORI, informatico affetto dal morbo di Asimov. Scrive di fantascienza e giallo, ha all’attivo diversi romanzi che prendono spunto da fatti eclatanti della realtà italiana, tra cui l’ultimo ‘L’altra metà della notte. Bologna non uccide’ dedicato alla strage di Bologna del 2 agosto 1980.

EMILIO ANDREOLI, imprenditore prestato alla narrativa. Esordisce con poesie e racconti, poi scrive una godibile biografia su uno spaccato della Latina che fu, oggi si cimenta in un romanzo dalle profonde venature romantiche, ‘Traffici illeciti’. Nei suoi protagonisti l’amore domina ogni scena.

ALESSANDRO VIZZINO, scrittore, ha all’attivo diversi premi nazionali per i suoi romanzi e le sue poesie. Un suo romanzo , ‘Trinacrime, sulla mafia siciliana, è stato rappresentato a teatro. Capace di grandi trame e intrecci letetrari, oggi è uscito con un affresco incredibile di una Venezia ottocentesca in ‘Venetia nigra’.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto