lo sport

Latina Calcio, la nuova società chiede la messa in mora per Maietta e Aprile

Il Tribunale deciderà sul fallimento il prossimo 16 febbraio

LATINA – La nuova società del Latina Calcio cerca soluzioni per evitare il fallimento senza però fare ricorso a un concordato preventivo. A spiegarlo è stato Benedetto Mancini, uno dei rappresentanti del nuovo Consiglio di amministrazione. Nella giornata di ieri i legali della attuale dirigenza hanno chiesto la messa in mora per Pasquale Maietta e Antonio Aprile, gli ex presidenti. “Un atto dovuto – ha detto Mancini – per evitare di essere ritenuti co-responsabili di una eventuale bancarotta sulla quale il giudice del Tribunale deciderà il 16 febbraio”.
“Stiamo lavorando per salvare la categoria e per progettare un futuro importante, ma è anche giusto mettere la parola fine con il passato e farlo nei dovuti modi”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto