Il saluto del quetsore

Una vita da operativo in Polizia, l’ispettore Cioffi va in pensione

Ad accoglierlo la Fanfara di Aprilia

 

Cioffi in piedi nell’aula consiliare del Comune di latina in occasione del conferimento al Questore De Matteis della cittadinanza onoraria

LATINA – La Questura di Latina saluta nel suo ultimo giorno di servizio l’Ispettore Capo della Polizia di Stato Giovanni Cioffi che va in pensione lasciando un ottimo ricordo tra colleghi e superiori che hanno lavorato con lui. Preparato, di buon carattere, disponibile e allegro, Coffi ha ricoperto nella sua carriera esclusivamente incarichi operativi, prima nella Squadra Mobile, poi alla Polizia Stradale e, nell’ultimo periodo presso l’Ufficio Misure di Prevenzione. Questa mattina la Sezione Fanfara di Aprilia dell’Associazione Nazionale Bersaglieri ha voluto fare una sorpresa all’amico presentandosi in Questura per eseguire il silenzio fuori ordinanza, come segno di riconoscenza e profonda stima.

Anche il Questore Giuseppe De Matteis, che lo aveva voluto citare come esempio di impegno nel discorso fatto in occasione della cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria, ha voluto dare il suo personale riconoscimento al dipendente ” per l’impegno profuso a favore della legalità e per la sicurezza, ricordando quanto già espresso in occasione del ricevimento della cittadinanza onoraria da parte del comune di Latina il 15 dicembre 2016, ovvero come Giovanni Cioffi rappresenti quegli uomini (e donne) della Polizia di Stato, che quotidianamente, anche nell’ombra, svolgono il proprio compito con abnegazione, professionalità, senso del dovere e sacrificio, senza però assurgere agli onori delle cronache e che, ad un certo punto, silenziosamente vengono raggiunti dalla pensione e quasi nessuno più si ricorda di loro.

L’ispettore Cioffi con il Questore De Matteis

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto