lieto evento

Santina e Paolo, “Sì” nella Torre Truglia di Sperlonga

E' la prima volta, grazie al nuovo regolamento sui matrimoni civili

SPERLONGA – Per la prima volta nella storia, la Torre Truglia ha ospitato le celebrazioni di un matrimonio civile. Domenica mattina uno dei luoghi simbolo del Comune di Sperlonga, l’ antica torre di avvistamento che affaccia sul mare, ha fatto da cornice alla celebrazione ufficiale che ha decretato l’unione tra Santina e Paolo. Una cerimonia intima si è svolta nella piccola sala interna dell’edificio. Lei da Fondi, lui da Perugia, Santina e Paolo sono stati catturati dal fascino della torre e dalla sua posizione. E grazie al nuovo regolamento sulle unioni civili, approvato lo scorso luglio in Consiglio comunale, hanno potuto dire il fatidico sì all’interno dell’edificio storico. A celebrare la funzione il vice sindaco Francesco Faiola.
“Torre Truglia è uno dei simboli più evidenti ed importanti a Sperlonga – commenta il Sindaco Armando Cusani -. Siamo felici che i cittadini ne usufruiscano e che faccia da sfondo ai momenti indimenticabili della loro vita. Il regolamento sulle unioni civili che abbiamo approvato quest’estate intende potenziare il turismo matrimoniale in quello che è uno dei borghi più belli d’Italia. Sperlonga continua a far sognare e noi vogliamo contribuire affinché tutti coloro che la visitano, per qualsiasi ragione, portino a casa un bellissimo ricordo. I miei più sinceri auguri a Santina e Paolo”.
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto