Giudiziaria

Tiberio, arresti confermati per tre ma l’associazione a delinquere è annullata

I giudici del Tribunale del Riesame hanno sciolto la riserva per De Biaggio, Masi e Volpe

Operazione Tiberio

LATINA- I giudici del Riesame hanno annullato l’accusa di associazione a delinquere ma hanno confermato le misure cautelari per l’architetto Isidoro Masi, l’imprenditore e consigliere comunale di Prossedi Nicola Volpe entrambi detenuti in carcere e per l’ingegner Gian Pietro De Biaggio che resta ai domiciliari. I tre indagati avevano presentato ricorso avverso la misura restrittiva emessa dal giudice Cario per gli appalti pilotati e ieri sera i magistrati romani hanno sciolto la riserva.  I tre erano stati arrestati lo scorso 16 gennaio dai carabinieri per turbativa d’asta e corruzione, insieme ad altre sette persone,  in carcere era finito anche il sindaco di Sperlonga Armando Cusani.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto