l'inchiesta

Falso ideologico e truffa, sequestrati 60 mila euro al sindaco di Aprilia e ad altri due amministratori

Terra, Cosentino e Savini accusati di aver fatto lievitare le spese legali di un contenzioso vinto: da 1700 a 20 mila euro ciascuno

APRILIA – La Polizia ha sequestrato oltre 60 Mila euro ad amministratori ed ex amministratori di Aprilia per spese legali risultate “lievitate” dopo un contenzioso. Il decreto di sequestro preventivo è stato emesso dal Tribunale di Latina – Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari.  Risultano indagati l’attuale sindaco Antonio Terra, gli ex assessori Rino Savini e Cataldo Cosentino e l’avvocato Antonio Martini. Nei confronti del legale non è stato disposto alcun sequestro.L’indagine ha preso il via dopo un esposto presentato da un consigliere comunale di opposizione del Comune di Aprilia. La Squadra Mobile ha approfondito alcuni aspetti collegati al rimborso di spese legali inoltrate a quell’Ente.

In pratica i tre amministratori avrebbero truffato l’amministrazione facendo lievitare le somme da rendergli, a seguito di un contenzioso che li vedeva vittoriosi, dai circa 1700 euro pro capite ad oltre 20.000 euro pro capite oggetto di effettivo rimborso da parte dell’Ente ai predetti.

L’accusa è quella di truffa aggravata e falso ideologico in atto pubblico.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto