cronaca

Arrestato a Lodi per truffa il commercialista di Latina Claudio Proietti

Maxi evasione fiscale scoperta dalla Guardia di Finanza, sequestrati beni per 26 milioni di euro

LATINA – C’è anche un commercialista di Latina, Claudio Proietti e tre suoi collaboratori tra i destinatari delle misure cautelari eseguite dalla Guardia di Finanza della Compagnia di Lodi e della Tenenza di Casalpusterlengo per una maxievasione fiscale. Sequestrati beni mobili ed immobili, per un valore complessivo pari a 26 milioni di euro.

Obiettivo delle indagini imprenditori e professionisti che ruotano intorno ad un gruppo di società, operanti nel settore dell’”Information Technology”», cui sono stati contestati l’associazione per delinquere finalizzata all’emissione e all’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, indebite compensazioni e truffa aggravata ai danni dello Stato, nonché altri reati fiscali per omessa o infedele dichiarazione. Sarebbe così venuto alla luce un sistema di società “di comodo”, utilizzato per frodare il fisco e per sottrarsi al pagamento di tributi e contributi previdenziali ed assistenziali, “facente capo a due imprenditori di Codogno, e al commercialista di Latina”.  I tre sono ora in carcere mentre altri quattro sono ai domiciliari (tra loro L.S. di anni 68 di Latina, F.G. di anni 50 di Latina) e un altro ancora alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziari.

Secondo le accuse, gli imprenditori a partire dal 2011, avvalendosi della consulenza fornita dal commercialista di Latina, avrebbero messo a punto una “pianificazione fiscale” illecita, rivolta a non versare allo Stato l’Iva e i contributi previdenziali dei propri dipendenti. Un sistema che, avrebbe consentito di evadere l’I.V.A. per circa 14,6 milioni di euro. Secondo le accuse il gruppo avrebbe anche licenziato e poi riassunto numerosi dipendenti, usufruendo indebitamente delle agevolazioni previste dal Job Act generando, così, una truffa aggravata ai danni dello Stato per 132.955 euro.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto