il focus

La cava dei veleni: bonifiche del suolo e inquinamento ambientale, che cosa accadrà ora ad Aprilia?

Nei pressi della discarica, un torrente e una sorgente di acqua usata anche per irrigare i campi

APRILIA – Dopo gli arresti di Aprilia per la discarica abusiva in cui venivano interrati rifiuti di ogni tipo, ora si dovrà capire a che livelli di inquinamento sia stato sottoposto il suolo e se abbia intaccato il torrente e la vicina sorgente di acqua dove molti residenti vanno a rifornirsi e da cui si attinge anche l’acqua per l’irrigazione di ortaggi e frutta.

L’indagine ha fatto luce sulla spregiudicatezza degli arrestati che hanno guardato al profitto mai all’ambiente. La cava della famiglia Piattella è servita a oltre 10 ditte per scaricare materiale di ogni tipo, 170 i viaggi contati dalla Polizia che istallato telecamere nella zona e ha documentato un traffico molto simile a quello che pochi anni fa è stato scoperto in Campania, in quella che è stata definita la terra dei fuochi. Tutti conosciamo l’epilogo di quella vicenda, e qui che cosa accadrà? La domanda è lecita perchè tutti vogliono conoscere il pericolo che deriva dal sotterramento di questi rifiuti e sopratutto come si farà a bonificare il terreno.

4 Commenti

4 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    28 Luglio 2017 alle 18:37

    È accaduto che è disastro ambientale ed ora sono dolori.

  2. Marina De Agostini

    Marina De Agostini

    28 Luglio 2017 alle 18:40

    La nostra terra dei fuochi

  3. Manuel Tramet

    Manuel Tramet

    28 Luglio 2017 alle 19:00

    Mesi e mesi a guardarli mentre facevano i loro schifi… ma intervenire prima no? #genitricolori

  4. Monica Corridori

    Monica Corridori

    28 Luglio 2017 alle 20:48

    Pomezia e Aprilia purtroppo stanno apparendo sempre più simili alla terra dei fuochi, tra roghi e rifiuti tossici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto