sanita'

Chicungunya, l’Avis di Latina spiega come e chi può donare

La sospensione di 28 giorni riguarda i residenti nel Comune di Anzio o a Roma Sud e in via provvisoria anche a Latina Scalo

Tiziano Ferro testimonial dell’Avis

LATINA – L’Avis Comunale di Latina, dopo le tante richieste e le informazioni frammentarie, precisa chi può donare da subito e chi è temporaneamente sospeso. “Premesso che i casi di Chikungunya accertati nel Comune di Latina sono stati solo tre – spiegano – stiamo parlando di un’epidemia non diffusa e molto isolata. Per questi motivi la sospensione di 28 giorni riguarda solo coloro che sono residenti nel Comune di Anzio o a Roma Sud (ASL Roma 2, vedi allegato). A questi, in maniera transitoria, si aggiungono i residenti di Latina Scalo, in quanto i casi accertati nel Comune di Latina hanno interessato solo i residenti del borgo”.

E in questo momento, visto il conseguente calo delle donazioni nella Regione Lazio, è ancor più importante andare a donare il sangue, per fronteggiare l’emergenza che si è già venuta a creare e solo in parte tamponata dai donatori delle altre regioni, che ringraziamo. L’Avis ribadisce che, essendo solo tre i casi accertati, non esiste un pericolo epidemico serio tale da provocare pesanti conseguenze come il blocco delle donazioni. La Segreteria dell’Avis è raggiungibile al numero 0773.697669 o tramite mail info@avislatina.it oltre che su facebook ed è a disposizione per tutte le ulteriori informazioni o dubbi, in modo da evitare viaggi a vuoto dei donatori ma, al tempo stesso, “per non fermare le donazioni in questo periodo, che ripetiamo essere molto delicato, dove l’obiettivo rimane quello di garantire a tutti i malati la giusta assistenza negli interventi dove occorrono trasfusioni di sangue o emoderivati”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto