cronaca

Sgominata dalla Polizia la banda delle rapine, arrestati tre romeni

Avevano creato un sistema mafioso per estorcere denaro con botte e minacce

[flagallery gid=801]

LATINA – “Tu non sai chi sono io, vai a cercare il mio profilo”, le intimidazioni, per i commercianti, iniziavano cosí, per sfociare poi in veri e propri agguati. La Polizia ha arrestato, ieri sera, a Latina, tre dei quattro componenti di una banda, tutta composta da romeni, tra cui anche una donna, che da qualche tempo pretendeva il pizzo da alcuni commercianti. Vittime, lo scorso 10 settembre, quattro cingalesi che gestiscono un negozio di alimentari a Latina. Dopo aver chiuso il locale sono stati accerchiati dai quattro romeni che armati di bastoni, bottiglie e coltelli, li hanno rapinati dell’incasso, oltre 5.600 euro.

“La loro azione è stata particolarmente violenta, uno di loro è perfino salito sul tettuccio di una macchina e si è lanciato contro una delle vittime – ha detto il vice dirigente della Squadra Mobile, Roberto Graziosi – Non più solo rapine, agivano con uno schema mafioso fatto di intimidazioni e minacce, oltre che assalti”.

ASCOLTA GRAZIOSI

Tre della banca sono stati fermati dalla polzia, il rischio era che fuggissero: “Uno dei quattro malviventi ha acquistato un biglietto per la Romania e al momento ha fatto perdere le sue tracce, per questo abbiamo fermato gli altri tre”. In manette a disposizione dell’autorità giudiziaria, Sandu Vasile Caraiman, Silviu Turtureanu e Cristina Dumitrache, tutti con gravi precedenti.

I due uomini sono rinchiusi in carcere a Latina, la donna a Rebibbia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto