cronaca

Ato4, Acqualatina incontra i sindaci del sud pontino, ancora a secco

La presidente Della Penna: "Individuate tre soluzioni"

LATINA – Si è tenuta ieri una riunione dei sindaci dell’Ato4 cui ha preso parte anche la presidente della Provincia Eleonora Della Penna. Tema all’ordine del giorno i continui disagi causati dall’emergenza idrica e riscontrati in particolare nel sud pontino. All’incontro erano presenti, oltre ai rappresentanti della Sto dell’Ato 4, anche l’amministratore delegato di Acqualatina, Raimondo Besson e i tecnici a supporto tra cui l’ingegner Ennio Cima.

“Nel corso delle riunioni – spiega il presidente Della Penna – i sindaci hanno sottolineato, ancora una volta, la gravità della situazione e il fatto che il disagio continua a protrarsi nonostante la stagione estiva sia ormai finita. Le operazioni messe in campo dal gestore sono numerose – afferma ancora il presidente dell’Ato 4 – ma, come molti colleghi sindaci hanno spiegato nel corso dei loro interventi, non sono ancora sufficienti a dare risposte alla carenza idrica. Molti cittadini, di fatto, continuano a non ricevere l’acqua per molte ore al giorno e, in alcuni casi, anche per diversi giorni. Questa situazione continua ad essere dunque inaccettabile e per questo abbiamo deciso di mettere in campo nuove azioni. Fermo restando gli interventi che il gestore ha attuato e dovrà attuare nel medio breve periodo, abbiamo ribadito con forza ad Acqualatina l’esigenza di accelerare ulteriormente i tempi al fine di dare risposte ancora più concrete alla popolazione. I Comuni dell’Ato 4 devono fare fronte compatto per sopperire a questa gravissima emergenza perché tutto il territorio, anche la parte che non è coinvolta dalla crisi idrica, deve dare il suo contributo anche in termini di sostegno e solidarietà.

Metteremo in campo tre azioni: coinvolgere immediatamente il presidente Zingaretti nella sua veste di commissario per l’emergenza idrica, dare il via alle proposte progettuali messe in campo per fare fronte all’emergenza in seno alla Conferenza dei sindaci, porre allo studio una rivisitazione sostenibile dei costi delle bollette per gli utenti coinvolti dall’emergenza.

Per quanto riguarda il coinvolgimento di Regione e Governo in queste ore sto predisponendo una lettera per chiedere un incontro ufficiale in Regione. Questa nota sarà firmata anche dai sindaci dei Lepini e del Golfo interessati dall’emergenza. E’ necessario che tutti facciano la loro parte e che Regione e Governo nazionale ci dicano con chiarezza come intendono contribuire per risolvere la crisi idrica che interessa il nostro territorio e che deve diventare una priorità di carattere nazionale.

E’ ovvio – conclude Della Penna – che il gestore deve continuare a lavorare sul piano della ricerca della risorsa idrica ma anche e soprattutto sul piano delle dispersioni che, come riferito dai sindaci, continuano a rappresentare un problema gravissimo a cui Acqualatina è chiamata a fare fronte”.

1 Commento

1 Commento

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    26 Ottobre 2017 alle 9:30

    “IL SISTEMA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto