cronaca

Disservizi Cotral, lo sfogo di un pendolare di Formia

Pubblichiamo la lettera di protesta inviata all'azienda

Bus Cotral

LATINA – I pendolari non hanno vita facile, un nostro ascoltatore ci ha inviato una lettera di protesta, indirizzata alla società Cotral, per disservizi che ha registrato nella zona del sud pontino che lui quotidianamente frequenta. Si riferisce a un episodio in particolare, avvenuto ieri sera (25 ottobre), alle ore 21:45 a Formia, con la corsa Formia, Porto p.le Vespucci – Minturno Pretura via Cadorna, in particolare alla fermata di Piazza Marconi a Formia.

Ve la pubblichiamo integralmente, così come arrivata nella nostra redazione

Spett.le Cotral s.p.a.,
con la presente, notifico il mancato transito per le fermate di Formia, piazza Marconi e, di conseguenza, della stazione FS, da parte del mezzo (n. 5904) alle ore 21.45 del 25/10/2017, in partenza dal piazzale Amerigo Vespucci e diretto a Minturno, in via Cadorna. Il numero di vettura è stato recuperato durante l’attesa alla fermata di piazza Marconi grazie alla Vostra applicazione per smartphone, la quale indicava in diretta la posizione della vettura.
Non è la prima volta che i Vostri dipendenti manifestano questa mancanza di senso del dovere nei confronti della loro professione; in altri casi hanno mostrato poco rispetto nei confronti di viaggiatori paganti alla richiesta di semplici informazioni – so già che in tal caso potreste replicare affermando che l’autista non è tenuto a dare informazioni, ma ci sono modi e modi per chiarire il concetto.
Un ulteriore questione che rimane dubbia al sottoscritto, come alla maggior parte dei viaggiatori, è il perché della presenza sui Vostri orari delle corse in partenza e in arrivo dalla zona industriale (Piedimonte San Germano), stab. Fiat Cancello 1 in quanto, provando in più occasioni a fermare la vettura con il classico cenno della mano, questa ha sempre ignorato le persone in attesa alla fermata; solo una volta l’autista si è fermato dicendomi, cosa alquanto strana, che la corsa era a disposizione dei soli lavoratori dello stabilimento Fiat.
A mio avviso, considerati i precedenti punti, non credo che sia giusto pagare un biglietto per un servizio che, a quanto pare, è garantito come una vincita alla lotteria; tra l’altro, tendo a precisare che un problema così ben consolidato riguardante il personale dell’azienda non è affare del personale stesso, ma di chi gestisce la suddetta azienda in quanto un dipendente, durante l’orario di lavoro, rappresenta l’azienda di cui fa parte.
Per quanto mi riguarda, aziende molto più serie, hanno vetture che passano in orario, sempre, e non adottano strumenti truffaldini come il Vostro “Biglietto di corsa semplice – Venduto a bordo” al prezzo di € 7,00 (praticamente un furto legalizzato) così da invogliare il cliente al regolare acquisto dei titoli di viaggio. Il caso vuole però che i cittadini che non abbiano a disposizione un mezzo proprio siano costretti a utilizzare il Vostro obbrobrioso “servizio”, addirittura pagandolo per non incorrere in salate sanzioni amministrative.

Spero che il mio sfogo possa avere un qualche tipo di conseguenza positiva in termini di qualità del servizio e, ringraziandoVi anticipatamente, resto in attesa di una Vostra risposta.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    26 Ottobre 2017 alle 9:48

    Sto con te, io negli anni 90 dalla Stazione Sessa Aurunca Roccamonfina camminai per 25chilometri a piedi finalmente vidi Lauro di Sessa Aurunca in pieno Ferragosto, stiamo al 2017, ancora oggi tra Sud Pontino e Territorio Aurunco ci sono disservizi.

  2. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    26 Ottobre 2017 alle 9:50

    Il servizio autobus tra sud pontino e Territorio Aurunco tutt’oggi è un miraggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto

CHIUDI IN BASSO A DESTRA