Flash

Latina, trova tre ladri in casa e spara, uno rimane ucciso

I fatti in via Palermo, a sparare i colpi di pistola un avvocato del capoluogo. I complici in fuga

LATINA – Ha sorpreso i ladri in casa dei genitori e ha sparato, uccidendone uno. E’ successo in via Palermo, in una zona residenziale di Latina, a poca distanza dal centro Morbella.  Secondo le prime informazioni, tre ladri sono entrati in una abitazione  al civico 60 facendo scattare l’allarme, il figlio del proprietario, un avvocato  è quindi intervenuto impugnando una pistola, detenuta legalmente, e quando si è trovato uno dei ladri che stava scappando ha esploso 8 colpi. Uno è morto sul colpo,  gli altri due sono riusciti a fuggire e a far perdere le tracce.  Sul posto sono intervenuti i  Carabinieri e la Squadra Mobile che indaga. Il medico legale Tommaso Cipriani ha eseguito un esame sul corpo dell’uomo che ha un’età apparente tra i 30 e i 40 anni e che è stato centrato da due colpi all’altezza dell’emitorace sinistro,  esplosi da circa dieci metri di distanza. L’avvocato Francesco Palumbo che ha aperto il fuoco ha riferito che ha visto il ladro che si metteva una mano in tasca e che secondo lui aveva una pistola e così ha premuto il grilletto perchè si è sentito minacciato.  Dopo che è scattato l’allarme il professionista pontino ha lasciato la sua abitazione si è messo in auto, è arrivato in via Palermo,  ha preso l’arma due caricatori e 13 munizioni, regolarmente detenute e poi quando ha affrontato uno dei ladri ha tirato fuori la pistola dal borsello e ha sparato. E’ questa la ricostruzione che ha il pubblico ministero Simona Gentile.

21 Commenti

21 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto