a latina

Accessibilità, definiti gli obiettivi del sito e dei servizi informatici del Comune

I sei obiettivi da raggiungere entro il 2018

LATINA – Il Comune di Latina ha definito gli obiettivi di accessibilità del sito web e dei servizi informatici per l’anno 2018. La normativa prescrive alle amministrazioni di pubblicare, entro il 31 marzo di ogni anno, gli obiettivi di accessibilità al fine di “abbattere le barriere che limitano l’accesso dei disabili agli strumenti della società dell’informazione e li escludono dal mondo del lavoro, dalla partecipazione democratica e da una migliore qualità della vita”.
Da qui la decisione di Cristina Leggio, Assessora a Partecipazione e Smart City, e del Consigliere con mandato all’accessibilità Dario Bellini, di rilanciare sul tema con i primi sei obiettivi da raggiungere entro il 2018 e altri due da centrare nel triennio come aggancio al futuro sul tema della partecipazione democratica. Entro la fine dell’anno, per la parte che attiene al sito web dell’Amministrazione, saranno migliorati i moduli e i formulari presenti sul portale con una revisione totale della strutturazione dei contenuti. Proseguirà il percorso già avviato con le associazioni di formazione sugli aspetti tecnici necessari ai disabili visivi per l’accesso alle informazioni presenti sul sito. È in corso un monitoraggio completo delle postazioni di lavoro, grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro con l’istituto Marconi, per verificare che sia data attuazione alle specifiche tecniche previste dalle circolari dell’AgID, l’Agenzia per l’Italia Digitale. Infine, per quello che attiene all’organizzazione del lavoro, sarà nominato un responsabile di accessibilità cui sarà affiancato un gruppo di lavoro che si occuperà non solo di perseguire i primi sei obiettivi, ma anche l’adeguamento totale del portale alle prescrizioni di legge. Il sito, le postazioni di lavoro e gli uffici che accolgono pubblico saranno tutti adeguati ad accogliere qualsiasi tipo di diversità.
«Anche questo – sottolinea l’Assessora Leggio – è un passo importante verso la costruzione di una città inclusiva. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo essere capaci di programmare e disegnare servizi e strutture facilmente raggiungibili e utilizzabili da tutti».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto