appuntamenti

Le iniziative per le giornate di Pasqua e Pasquetta

Dal giardino di Ninfa, ai mercatini, passando per i musei: l'offerta è ampia

A LATINA – Che cosa fare a Pasqua e Pasquetta? Una domanda che si ripropone ogni anno. Abbiamo quindi pensato di stilare un elenco di attività da fare nel corso del week end.

ALL’ARIA APERTA – Proprio in questi giorni riapre il giardino più bello del mondo, quello di Ninfa. Il parco riapre la stagione con l’esplosione di colori della primavera. Prenotazione on line sul sito giardinodininfa.eu. Il Parco Nazionale del Circeo, nella giornata di Pasqua organizza una escursione alla villa di Domiziano. L’appuntamento è alle 9 al Centro Visitatori del Parco o in battello dalla darsena di Torre Paola. Prenotazioni obbligatorie all’Istituto Pangea onlus. Nella giornata di pasquetta l’Azienda Agricola Ganci permette di prenotare un braciere oppure acquistare i cestini dell’Azienda a km 0. Nel pomeriggio saranno organizzati giochi popolari come la corsa con i sacchi e il tiro alla fune e per i più intrepidi ci sarà una lezione di allenamento di Parkour, l’arte dello spostamento, la nuova disciplina che consiste nell’eseguire un percorso superando ogni ostacolo. Info e prenotazioni: 0773. 208219 o una email a info@cantinaganci.com.
Gli amanti dei mercatini potranno partecipare a “Sabaudia in Fiera” con stand allestiti in centro dove saranno esposti prodotti di artigianato e artigianato artistico, di antiquariato, piante, fiori e prodotti tipici, tutti opportunamente scelti per l’occasione. La manifestazione si terrà fino a lunedì.

ARTE – Nei giorni di Pasqua e Pasquetta alcuni musei pontini aderiscono all’iniziativa del Ministero per l’apertura straordinaria (gratuita nella giornata di Pasqua). In provincia resteranno aperti domenica e lunedì il comprensorio archeologico di Minuturnae, quello di Sperlonga, di Formia e Norma, così come l’Abbazia di Fossanova. L’Archeoclub di Terracina ha preparato invece un programma di visite culturali nella giornata di pasquetta si potrà visitare la Cattedrale, la chiesa di San Domenico e il camposanto vecchio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto