cronaca

Fermati dalla Polizia due truffatori in via Adige a Latina

Cercavano di far firmare contratti a ignari cittadini

LATINA – Cercavano di far firmare contratti a ignari cittadini. La Squadra Volante della Polizia ha fermato in Via Adige due persone. La segnalazione era arrivata da un funzionario della Questura che libero dal servizio, aveva notato la presenza di due persone, un uomo e una donna lui di origine indiana, lei romena che, qualificandosi per dipendenti della Società “ENI Gas&Luce”, stavano contattando i residenti di un condominio. Quando la Polizia è intervenuta i due erano riusciti ad introdursi in uno stabile, suonando semplicemente i citofoni.

Mentre l’uomo raggiungeva il secondo piano dove intraprendeva un colloquio con un signore anziano, la donna era rimasta nel cortile dello stabile per guidare il proprio complice tramite un telefono cellulare. Il personale della Volante ha proceduto all’identificazione del cittadino indiano e poi della ragazza che presentava specifici precedenti di polizia per truffa, nota per operare “spacciandosi” per dipendente ENI, nel tentativo, il più delle volte fruttuoso, di accalappiare e circuire con informazioni fuorvianti ed ingannevoli, persone anziane, facendo loro firmare contratti di vario genere (TIM, ENI, AXA Assicurazioni).

I due “truffatori ” sono stati accompagnati negli Uffici della Squadra Volante e nel corso degli accertamenti, sono stati sequestrati numerosi moduli in bianco, di Gestori di servizi e Società varie, alcuni dei quali già sottoscritti, altri ancora con dati anagrafici completi, mancati della sottoscrizione finale.

S.M., cittadino indiano del 97 e S.C.A. cittadina rumena nata nel 1994, sono stati denunciati per tentata truffa.

La presenza sospetta di alcuni personaggi – spiegano dalla Questura – va segnalata al 113, bisogna diffidare da chi chiede di fornire i propri dati sensibili anagrafici personali o una qualsiasi bolletta di pagamento. Questo comportamento consente a potenziali truffatori di perfezionare contratti che rendono loro lauti guadagni.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto