cronaca

Denunciato pescatore di frodo, la Guarda di finanza lo ha trovato con 40 kg di datteri

L'uomo, di Napoli, stava pescando vicino la scogliera Monte d'oro di Scauri

MINTURNO – Un pescatore di frodo è stato fermato a Minturno dalla Guardia Costiera per aver raccolto circa 40 chilogrammi di datteri di mare. Questo il bottino che, la scorsa notte, L. A. – 49 anni della provincia di Napoli, ha cercato di portare via dalla scogliera di Monte d’Oro di Scauri, dopo svariate ore di immersione nelle acque del litorale. La Guardia Costiera, dalla tarda serata di ieri è stata impegnata in una mirata attività di monitoraggio della costa. Il controllo svolto dai militari, sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Gaeta, ha consentito, così, di individuare il pescatore campano intento alla raccolta dei datteri di mare (Lithophaga Lithophaga), attività che ha un impatto devastante per la costa e l’ambiente marino.

Il pescatore di frodo, dopo aver picchiato con il martello sulla roccia ed estratto con una lunga pinzetta i datteri dalla roccia frantumata riponendoli in due grandi secchi, veniva fermato dai militari della Guardia Costiera prima che potesse raggiungere la propria autovettura e dileguarsi. A supporto sono intervenuti anche i Carabinieri di Formia. L’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino con sequestro penale dei quasi duemiladuecento esemplari di datteri di mare oltre alla attrezzatura servita per l’estrazione. L’arresto fino a due anni o una ammenda fino a dodicimila euro sarà il prezzo da pagare per il pescatore di frodo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto