sabaudia

Inquinamento nel Lago di Paola, Legambiente lancia la App per diventare “sentinelle”

Presto sarà possibile scaricarla, servirà a indicare illeciti ambientali

SABAUDIA – Dopo la chiazza scura e maleodorante nel Lago di Paola nel tratto compreso tra località Arciglioni fino a Caterattino, Legambiente chiede immediati provvedimenti alle autorità. Le verifiche, tutt’ora in corso svolte in collaborazione con Arpa Lazio e AcquaLatina, si spera possano far risalire alle reali cause che hanno determinato l’accaduto grazie alle analisi e ai campionamenti effettuati e di cui si attendono gli esiti, ma già sarebbe stata individuata la rottura di una condotta fognaria in località Santa Maria della Sorresca, prontamente riparata.
“Di certo c’è che il quadro sembra essere del tutto coerente con quanto osservato dalla Goletta dei Laghi che, non più tardi di un mese fa, aveva effettuato dei monitoraggi microbiologici sul lago dai quali è emerso come, effettivamente, i punti di analisi più prossimi al centro abitato di Sabaudia siano fortemente inquinati, mentre al contrario le analisi condotte nel punto di prelievo nella parte più a sud del bacino, alle pendici del promontorio del Circeo, hanno evidenziato valori entro i limiti. È dunque doverosa, stando alla realtà dei fatti, la richiesta di intervento alle autorità competenti per verificare lo stato di salubrità delle acque e lo stato dei luoghi, al fine di verificare l’eventuale corresponsabilità di possibili scarichi urbani, industriali o di altra natura. Si spera, a tale proposito, che le analisi in corso possano al più presto essere indicative”.
Il Circolo Larus Legambiente di Sabaudia invita la cittadinanza, residenti ma anche turisti e visitatori, a trasformarsi per un giorno in “sentinelle del lago”, partecipando alla campagna fotografica di citizen science con la quale tutti i cittadini potranno segnalare gli illeciti ambientali nell’area del lago. Per farlo basterà scaricare l’app “Gaia Observer” che sarà disponibile negli store digitali entro questo mese con cui tutti, in tutta Italia, potranno segnalare criticità e illeciti. L’app, sviluppata da Legambiente per essere utilizzata ai fini della segnalazione in tempo reale di illeciti in campo ambientale, farà quindi il suo debutto ufficiale tramite questa campagna.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto