anno scolastico al via

Ricomincia la scuola, ecco tutti gli interventi che il Comune ha fatto e quelli ancora da fare

Oltre 500 mila euro serviranno per la Cena, via Tasso e via Po. Altri fondi in arrivo per i nidi

Shares

LATINA – Domani il suono della prima campanella per tutte le scuole di Latina. E oggi gli assessori ai Lavori Pubblici Emilio Ranieri, e il collega all’Istruzione e bilancio, Gianmarco Proietti hanno fatto il quadro di quello che è stato fatto in questi mesi.

L’assessore Proietti parte da una considerazione: “Quest’anno tutti gli studenti in regola con il percorso, saranno nati dopo il 2000, e non è solo una considerazione numerica. Il futuro è qui, è ora. E noi ci dobbiamo confrontare con questo futuro che in realtà è il presente e dobbiamo farlo per presentargli una scuola sicura, all’avanguardia e il più organizzata possibile. Per questo in questi mesi (il nuovo assessore ha preso l’incarico il 30 giugno), abbiamo lavorato in sinergia per poter dare il massimo. Le azioni portate avanti sono tante a partire dai trasporti, tutte le richieste sono state accettate, ma anche il personale, sono state assunte 3 insegnanti, delle quali 2 per l’infanzia, 1 per i nidi. Ci sarà il rimborso dei libri anche per le scuole di secondo grado con un Isee inferiore ai 10 mila euro, e l’avviso pubblico per le cedole scolastiche è pubblicato a settembre, quindi i tempi si sono dimezzati. E il servizio Pago Pa che sarà ampliato non solo alla scuola, ma anche alle tasse comunali, sarà immediato e molto veloce. Senza contare l’incontro  con i dirigenti scolastici che si terrà ogni mese e sarà utile a costruire insieme il piano dell’offerta formativa”.

ASCOLTA PROIETTI

MANUTENZIONI – Il piano per le manutenzioni si muove su tre livelli: Emergenza, manutenzione straordinaria e manutenzione ordinaria. Disponibili subito 510 mila euro a cui se ne aggiungono altri 150 mila grazie a un intervento di variante che verranno spesi per il 70% alla scuola media Cena (130 mila euro) per la sistemazione del secondo piano, per la copertura della scuola di via Tasso (70 mila euro), e per l’impermeabilizzazione della scuola di via Po e la rete idrica (70 mila + 20 mila euro). “Sono importi provvisori a cui vanno aggiunti altri 250 mila euro che sono già oggi a disposizione per le scuole comunali che adotteremo in larga parte per gli impianti di riscaldamento, a cui si aggiungono altri 41 mila euro (vincolati dagli accertamenti in entrata) per i nidi che già hanno avuto un finanziamento di 950 mila euro)”.

ASCOLTA RANIERI

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto