cronaca

Arrestato per unificazione delle pene, il 24enne Federico Bresolin

Deve scontare 5 anni e tre mesi, lo farà a casa dei nonni a Cisterna

LATINA – Questa mattina la Polizia di Cisterna di Latina ha arrestato il pluripregiudicato Federico Bresolin in esecuzione di un provvedimento di unificazione di pene emesso dalla Procura generale di Roma. Al ventiquattrenne sono stati inflitti, in via definitiva, 5 anni e tre mesi per reati contro la persona e per traffico di stupefacenti, per i quali venne arrestato dagli agenti di Cisterna. A causa delle condizioni di salute del Bresolin, non compatibili con il regime carcerario la pena verrà espiata agli arresti domiciliari a casa dei nonni gli unici ad offrire al condannato un domicilio stante l’assoluta incompatibilità con la madre, vittima tra l’altro di reati commessi dallo stesso figlio .

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto