cronaca

Rimborsi gonfiati ad Aprilia, rinviati a giudizio in quattro, tra loro anche il sindaco Terra

L'ex consigliera Porcelli: "Interrogare il prefetto per capire se il sindaco debba dimettersi"

APRILIA – Rimborsi gonfiati ad Aprilia, questa mattina, durante l’udienza preliminare il giudice ha rinviato a giudizio il sindaco di Aprilia Antonio Terra, i due ex assessore Cataldo Cosentino e Rino Savini e l’avvocato Antonio Martini. Sono accusati a vario titolo di falso ideologico in atto pubblico e truffa aggravata. Secondo l’accusa  i tre avrebbero ottenuto rimborsi dal Comune di Aprilia gonfiando le spese legali in merito a un procedimento davanti alla Corte dei Conti. A marzo 2017 la Questura di Latina eseguì un sequestro di 20 mila euro a testa su alcune polizze, sequestro poi ridotto in sede di Riesame a 5 mila euro. Il processo inizierà il prossimo 14 marzo davanti al giudice Villani.

“Si tratta di un fatto grave per la città di Aprilia – ha detto l’ex consigliera comunale Carmen Porcelli, dal cui esposto partì l’indagine – Credo che una vicenda così importante dovrebbe essere discussa in consiglio comunale e nella commissione trasparenza. Dovrebbe essere interrogato il Prefetto – continua Porcelli – affinché fughi tutti i dubbi sulla possibilità che, in applicazione della legge Severino, Terra debba dimettersi”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto