sindacale

Corden Pharma, il tavolo delle trattative si apre in Unindustria. Ieri l’incontro al Ministero

L'azienda ribadisce gli esuberi, i sindacati e le istituzioni dicono no: "Non sono accettabili"

LATINA – Si è svolto ieri al Ministero del Lavoro l’incontro con i sindacati e la Corden Pharma, l’azienda di Sermoneta che ha annunciato 192 esuberi e ha presentato una richiesta di concordato di continuità al Tribunale. “Siamo arrivati a questo tavolo in ritardo”, dice Ivan Vento della Ugl che ha chiesto alla Regione l’istituzione, per la zona pontina dell’Area di crisi complessa “perchè oltre agli esuberi Corden il concordato seppellirà anche tutte le altre piccole aziende che hanno lavorato dentro l’azienda e che ora non vedranno pagati i loro debiti”.

ASCOLTA IVAN VENTO

Oggi alle 11 si terrà un incontro in Unindustria per avviare il tavolo a carte scoperte: “Il Ministero ora conosce le problematiche della Corden che ha presentato gli stessi documenti resi noti dal Prefetto, ma ora è arrivato il momento di calare tutte le carte e avviare la trattativa in modo serio – spiega Luigi Cavallo, segretario della Uiltec – in Unindustria chiederemo di stoppare i licenziamenti perchè deve essere chiaro che per noi i licenziamenti non sono accettabili”.

ASCOLTA

Nel corso dell’incontro al Ministero il sottosegretario Claudio Durigon ha preso l’incarico di contattare il Tribunale di Latina per la nomina veloce del curatore in modo che vengano pagati gli stipendi. Il ministero ha messo a disposizione di Corden tutti gli strumenti per un piano industriale vero e credibile.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto