l'iniziativa Anci

Educazione civica a scuola, raccolta firme anche a Latina

Da lunedì presso le sedi anagrafiche del Comune

LATINA – Partirà lunedì 3 dicembre anche a Latina la raccolta firme lanciata dall’Anci per una legge di iniziativa popolare che introduca l’Educazione alla Cittadinanza a scuola. Presso le sedi anagrafiche di Corso della Repubblica, Via Ezio, Borgo Sabotino e Latina Scalo saranno disponibili i moduli per firmare a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare “Insegnamento di educazione alla cittadinanza come materia autonoma con voto, nei curricula scolastici di ogni ordine e grado”. Possono firmare tutti i cittadini italiani, sia residenti sia domiciliati a Latina, che abbiano compiuto 18 anni e che siano iscritti nelle liste elettorali di un Comune italiano. «È un modo per costruire una comunità che si può fare solo attraverso l’investimento nei percorsi educativi per i nostri ragazzi – osserva Gianmarco Proietti, Assessore al Bilancio e alla Scuola -. Costruire una comunità vuol dire costruire una città che è capace di futuro. E lo si può fare solo investendo nell’educazione».

3 Commenti

3 Commenti

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    1 Dicembre 2018 alle 16:00

    Una petizione per insegnare educazione civica e amore verso il prossimo quando che ha inizio?, serve, serve per le Maestre ed i Maestri che dentro gli asili nido e pubblici picchiano i Figli e le Figlie del Pianeta Terra. Altro che

  2. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    1 Dicembre 2018 alle 16:05

    Capito?, un ora di educazione civica al giorno andrebbe insegnata al Maestro che anziché insegnare picchia i Bimbi e le Bimbe, un ora di educazione civica andrebbe insegnata alla Maestra che anziché insegnare va per picchiare i Bimbi e le Bimbe in un asilo e anche il dopo scuola gli va insegnato per la lezione puoi venire a casa mia di pomeriggio dopo i pasti, per te la più bella lezione di vita il dopo sberla time che sta per significare una sberla a te Maestro e due sberle di riporto a te Maestra che ti permette il lusso di picchiare i Bimbi e le Bimbe. Capito Maestra e Maestro?.

  3. Angela Della Longa

    Angela Della Longa

    1 Dicembre 2018 alle 19:09

    Prima corsi di ed.civica alle maestre poi ai bimbi …nn in modo noiosissimo insegnato alla mia generazione che nessuno ascoltava (i risultati si sono visti infatti maleducazione ovunque) ….le cose vanno fatte x bene e adattate all”interesse delle nuove generazioni altrimenti sono money buttati nel secchio e tempo perso a scuola…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto