la protesta

I pensionati dicono “No” alla manovra di bilancio. Manifestazione in piazza della Libertà

Appuntamento il 28 dicembre

LATINA – I pensionati pontini scendono in piazza, lo faranno il 28 dicembre davanti la Prefettura di Latina per dire “No” alla manovra del bilancio. “Dopo i sei anni di blocco dell’indicizzazione delle pensioni – spiegano – la piena rivalutazione delle stesse è un atto dovuto oltre che un criterio di equità che il Governo deve garantire alle pensionate ed ai pensionati. Invece nella Manovra di Bilancio il Governo sceglie un’altra strada e sotto il nome del “raffreddamento dell’indicizzazione delle pensioni” fa cassa con le pensioni”. Nei prossimi tre anni la mancata rivalutazione piena delle pensioni porterà nelle casse dello Stato risparmi di spesa per 3,6 miliardi di euro.

Per questa ragione SPI-CGIL FNP-CISL UILP-UIL di Latina hanno organizzato una manifestazione in piazza della Libertà, di fronte la Prefettura, a partire dalle ore 10:00 per esprimere “tutto il loro dissenso contro una manovra di bilancio che anche questa volta fa cassa sulle tasche di pensionate e pensionati. E sempre con la stessa manovra si procede con l’ennesimo condono fiscale attraverso il saldo e stralcio delle cartelle che, premiando gli evasori fiscali, suona come uno schiaffo in faccia a chi come pensionate e pensionati fanno il proprio dovere di contribuenti virtuosi pagando imposte e tasse prima di ricevere l’assegno della pensione. Come se non bastasse, con la rimozione del blocco della leva fiscale per gli Enti Locali, dopo tre anni di congelamento, si profilano all’orizzonte aumenti della pressione fiscale a livello locale”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto