lavori in corso

Sopralluogo degli assessori Ranieri e Proietti nelle scuole Don Milani e Frezzotti

I tecnici stanno provvedendo a sistemare la guaina sul tetto della palestra in via Quarto. Chiusa via Cilea

LATINA – Sono saltate anche le recite scolastiche dei bambini dell’istituto comprensivo Don Milani dopo la chiusura del plesso decisa dal sindaco di Latina Damiano Coletta che ha firmato una ordinanza per il guasto che si è verificato due giorni fa alla caldaia. Ieri il sopralluogo dei tecnici ha dato esito negativo: non è possibile risolvere il problema in poco tempo perchè è stata accertata la rottura di una condotta principale e “durante l’esecuzione dei valori di ripristino di questa linea termica si è verificata anche la rottura delle pompe gemellate di circolazione, causando il blocco di tutto l’impianto di riscaldamento”. Questa mattina gli assessori Emilio Ranieri alla edilizia scolastica e Gianmarco Proietti all’istruzione pubblica, hanno svolto un sopralluogo, sia nella scuola Don Milani che nella scuola di via Quarto dopo le segnalazioni di alcune infiltrazioni d’acqua in palestra, che comunque era già stata interdetta dalla dirigente scolastica.

L’ordinanza per la Don Milani è arrivata ieri in tarda serata dopo un confronto con la dirigente scolastica e immediatamente sono stati allertati i genitori che da questa mattina devono tenere i figli a casa. Si torna in classe dopo le vacanze di Natale, o comune “fino alle operazioni di ripristino dell’impianto, salvo proroga in caso di eventuali, ulteriori e più gravi problematiche che dovessero essere riscontrate e comportare un prolungamento dei tempi di esecuzione degli interventi manutentivi”. L’ordinanza chiusura scuola via cilea

Discorso diverso per la scuola Frezzotti Corradini: la palestra, era già stata chiusa a causa della grande pozzanghera d’acqua che si era formata a causa delle infiltrazioni dal soffitto che si è anche gonfiato. I tecnici sono a lavoro per ripristinare la situazione e mettere di nuovo la guaina sul tetto.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto