cronaca

Braci ardenti tra i rifiuti, dipendente della Formia Rifiuti Zero sventa un incendio

L'amministratore della società presenta una denuncia

FORMIA – Avevano gettato nei rifiuti braci ancora ardenti e solo la prontezza degli operatori della Formia Rifiuti Zero ha impedito un incendio. Le braci ancora ardenti tra i rifiuti e miscelate dal compattatore hanno dato inizio ad una combustione nel vano carico. L’autista dell’automezzo resosi conto dell’incidente ha prontamente effettuato la manovra secondo la formazione ricevuta cioè ha scaricato i rifiuti a terra in un luogo sicuro. Lo ha fatto sul piazzale asfaltato di Largo Paone. Ha avvertito i suoi superiori e i vigili del fuoco che sono intervenuti. Spento l’incendio le ceneri sono state rimosse e il piazzale ripulito.

L’Amministratore Unico della Formia Rifiuti Zero Raphael Rossi dichiara “Innanzitutto ci tengo a presentare un elogio formale al nostro autista Giovanni D’Urso che ha scongiurato il rischio di incendio di un automezzo che vale 70.000 euro. Poi, da datore di lavoro, primo responsabile della sicurezza dei nostri lavoratori, voglio presentare denuncia di quanto accaduto, bruciare rifiuti è reato. Ho ricevuto segnalazioni che gli operatori mercatali la mattina potrebbero bruciare cassette di legno per scaldarsi. Chiedo ai Vigili Urbani di Formia di effettuare controlli”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto