sociale

Consegnati sette alloggi popolari nel cuore di Terracina

Le chiavi sono state consegnate dal sindaco e i suoi delegati

TERRACINA – Sono state consegnate questa mattina le chiavi dei sette appartamenti di edilizia popolare, conosciuti come lotto B7, nel complesso monumentale della Torre degli Acso, nel cuore del Centro Storico Alto di Terracina. Una delegazione dell’Amministrazione Comunale Comunale, guidata dal sindaco Procaccini e composta dall’assessore all’Emergenza Abitativa Roberta Tintari, l’assessore ai Beni Archeologici e Monumentali Barbara Cerilli, l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Caringi e il delegato al Centro Storico Domenico Villani ha incontrato le famiglie destinatarie degli alloggi prima della consegna delle chiavi in Sala Giunta. Procaccini, nel rivolgersi  alle famiglie, alcune delle quali con bambini piccoli, ha espresso la propria “emozione e soddisfazione per un momento che soprattutto voi aspettavate da tanto tempo. Oggi è una di quelle giornate che mi rende veramente felice e che dà il senso all’impegno politico di una vita: riuscire ad aiutare concretamente le famiglie e le persone come voi che hanno ancora più bisogno di sostegno delle altre. Ripopolare il Centro Storico Alto vuol dire garantirne la sopravvivenza perchè chi abita qui è custode di questo territorio e del suo immenso valore. Più famiglie ci sono con i loro bambini più siamo certi che Terracina Alta proseguirà il suo percorso ultramillenario. Faccio mia la vostra emozione e la custodirò per sempre con me”. Anche l’assessore e vice sindaco Roberta Tintari, che ha in seguito provveduto alla consegna materiale delle abitazioni agli aventi diritto insieme agli altri assessori presenti e ai dirigenti comunali Corrado Costantino e Ada Nasti, ha voluto testimoniare la propria soddisfazione: “La penso come il sindaco: momenti come questi ripagano di tutte le difficoltà che si affrontano nell’amministrare. È una vera gioia vedervi qui commossi e in procinto di realizzare un sogno che altro non è che la soddisfazione di un bisogno primario. La famiglia rimane il nucleo fondante della nostra comunità e noi desideriamo aiutarla il più possibile. I vostri occhi lucidi e i vostri abbracci rimarranno impressi in tutti noi. Auguri di cuore a tutti, a cominciare dai bambini che cresceranno qui, amando queste mura e questi vicoli sentendoli casa loro. Voglio ringraziare il personale del Settore delle Politiche Sociali e l’Ufficio Casa per la serietà e la passione con cui ha seguito la vicenda, come sempre accade”. L’assessore ai Beni Archeologici e Monumentali Barbara Cerilli, durante le operazioni di consegna delle case, ha sottolineato come “queste famiglie rappresentano una iniezione di fiducia e di speranza. Stiamo investendo molte risorse economiche ed energie nella rivalutazione del Centro Storico, sempre più apprezzato tanto che turisti dall’Italia e dall’estero stanno acquistando immobili per le loro vacanze. Questo successo ha però il risvolto della medaglia che consiste nella vendita delle abitazioni da parte dei residenti ai turisti e il conseguente spopolamento del territorio. Stiamo facendo di tutto perchè possano coesistere le realtà di chi vive tutti i giorni il Centro Storico e di chi vuole trascorrere i giorni di vacanza in un luogo unico in Italia. Qui nascerà anche un piccolo parco giochi per i bambini grazie al progetto presentato dalla rete d’impresa Terracina Alta che ringrazio per la disponibilità e l’entusiasmo”. L’assessore ai Lavori Pubblici Luca Caringi rappresenta l’aspetto tecnico della vicenda: “Ci sono ancora dei particolari da rifinire, ma le abitazioni sono pronte. Sono ancora all’opera le ditte incaricate dell’erogazione dei servizi e ci sarà un periodo di “convivenza” con gli assegnatari che contiamo chiudere in tempi molto brevi. Poi si procederà alla sistemazione degli spazi adiacenti in maniera da renderli il più vivibili e confortevoli. Sono certo che le famiglie, alle quali vanno i miei più sinceri auguri, custodiranno con estrema cura questi beni trasformandoli in preziosi focolari domestici. Un ringraziamento particolare va al collega assessore Pierpaolo Marcuzzi che si occupa da anni di questa vicenda e agli Uffici dei Lavori Pubblici per la dedizione con cui hanno seguito tutte le fasi di loro competenza”. In conclusione una battuta del delegato al Centro Storico Domenico Villani: “Quello di oggi è un passaggio molto significativo che caratterizza un’Amministrazione Comunale. Erano venti anni che questa situazione non vedeva vie di uscita. Oggi è realtà. Vivo qui da sempre, amo il Centro Storico Alto e sapere di avere dei nuovi vicini che tanto hanno atteso questo momento mi riempie di soddisfazione e felicità. Terracina Alta vi dà il benvenuto e conta su di voi per essere ancora più bella”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto