l'intervista

Un flash mob al Vittorio Veneto Salvemini per la Giornata della Memoria

La manifestazione si terrà questa mattina alle 12

LATINA – Un Flash mob per la Giornata della memoria. E’ quello organizzato dall’Istituto tecnico superiore Vittorio Veneto Salvemini che ha realizzato, nei corridoi dell’istituto in viale Mazzini, il binario del treno che portava i deportati nel campo di concentramento di Auswitz – Bikenau con un ideale filo della Memoria in cui i ragazzi hanno scritto alcuni dei passi di letture fatte in classe inerenti la Shoah che li hanno particolarmente colpiti. In apertura del flash mob, alle 12, una studentessa dell’istituto suonerà il violoncello con le melodie struggenti del periodo per vivere in maniera più intima l’esperienza. “Quello che sta accadendo oggi – spiega la professoressa di storia e italiano, Patrizia Visaggi – ci dice che una tragedia umana come quella che è acceduta appena 70 anni fa, può tornare, ecco perchè c’è stata da parte di noi insegnanti la volontà di soffermarci sulle discriminazioni razziali, ci siamo infatti resi conto che le nuove generazioni pensano a quell’abominio come a una cosa lontana. Non è così”. La mostra comprende anche alcuni pezzi gentilmente concessi dal Museo Giannini di Latina che sono esposti nelle teche all’ingresso del Vittorio Veneto – Salvemini. L’allestimento dell’atrio è stato ideato dall’architetto Paolo Costanzo, insieme ai ragazzi dell’indirizzo Moda. La mostra durerà una settimana.

ASCOLTA LA PROFESSORESSA VISAGGI

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto